Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Trasportatore ucciso, arrestati avevano banconote sporche sangue

Trasportatore ucciso, arrestati avevano banconote sporche sangue

59enne sarebbe rimasto agonizzante per mezz'ora prima di morire

CARMIGNANO (PRATO), 11 febbraio 2024, 17:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Stavano cercando di fuggire all'estero, probabilmente in Portogallo, i due pakistani di 22 e 30 anni fermati ieri sera su un treno diretto a Torino che venerdì sera hanno rapinato e ucciso un uomo indiano di 59 anni a Seano, frazione di Carmignano (Prato). Gli aggressori, individuati tramite le immagini delle telecamere della videosorveglianza, sono stati fermati dai carabinieri con un'indagine di tipo "classico" - coordinata dalla procura di Prato con il capo facente funzioni Laura Canovai e la sostituta Valentina Cosci -, dato che i due si erano disfatti dei cellulari. Dall'analisi delle immagini gli inquirenti ipotizzano anche che l'uomo non sia morto subito dopo aver ricevuto le coltellate ma sia rimasto agonizzante per circa una mezz'ora, senza riuscire a chiedere aiuto.
    Ancora nessuna traccia dell'arma del delitto, ma, riferiscono gli investigatori, le banconote trovate in possesso dei due fuggitivi erano macchiate di sangue, con tutta probabilità quello della vittima. Si tratta di diverse migliaia di euro. I tre si conoscevano: i pakistani dovevano aiutare il 59enne nel suo lavoro di compravendita di abiti nel distretto pratese. L'ipotesi è che qualcosa sia andato storto negli accordi economici fra i tre e che da questo sarebbe nata una lite, poi sfociata nell'omicidio. Il 59enne indiano era molto conosciuto tra l'Emilia e la Lombardia essendo stato presidente e fondatore del Gurdwara Singh Sabha di Novellara, uno dei più grandi templi sikh d'Europa.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza