Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Inzaghi amaro dopo Spezia, martedì serve reazione feroce

Inzaghi amaro dopo Spezia, martedì serve reazione feroce

ROMA, 11 marzo 2023, 09:38

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Sapevamo la difficoltà che ci avrebbe proposto questa partita, siamo molto dispiaciuti per il risultato. Per quanto creato, nel primo tempo non dovevamo chiudere sullo 0-0. Sarebbe servito un po' più di cinismo, più cattiveria in area. Poi ogni partita vive di episodi e lo Spezia è stato più forte di noi sotto questo aspetto". Lo ha detto Simone Inzaghi, allenatore dell'Inter, al termine della partita persa al Picco della Spezia per 2-1. Nerazzurri in controllo della partita per tutto il primo tempo, ma incapaci di finalizzare anche grazie ad un grande Dragowski, che ha anche parato un rigore a Lautaro. "Abbiamo fatto 27 tiri e un solo gol su rigore, lo Spezia con due tiri ha fatto due reti. Per il risultato siamo delusi, per quanto riguarda la prestazione, i ragazzi hanno dato tutto", osserva amaramente Inzaghi. A fine partita dal settore ospiti la richiesta di dare subito una scossa. "I nostri tifosi non erano ovviamente contenti di una sconfitta, ma il calcio è così. Il nostro cammino lontano da San Siro non è da Inter - continua -. In casa abbiamo un'ottima media, l'anno scorso in trasferta facevamo altri punteggi. Ci fa male, ma abbiamo l'obbligo di rialzarci e pensare al proseguo, perché martedì abbiamo un impegno importante. Ora serve quella ferocia che ci faccia far una grande partita contro il Porto. Ci siamo già riusciti in stagione".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza