Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Golf: Rahm firma l'impresa alle Hawaii, Morikawa crolla

Golf: Rahm firma l'impresa alle Hawaii, Morikawa crolla

ROMA, 09 gennaio 2023, 11:37

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Ha chiuso il 2022 con un successo sul DP World Tour a Dubai e aperto il 2023 con un trionfo sul PGA Tour nel Sentry Tournament of Champions dopo una rimonta show.
    Continua il momento d'oro di Jon Rahm che al Plantation Course (par 73) di Kapalua, nella contea di Maui, ha firmato una delle più grandi imprese della sua carriera. Lo spagnolo, ha iniziato il quarto round con sette colpi di ritardo da Collin Morikawa ma, con un giro finale in 63 (-10) su un totale di 265 (64 71 67 63, -27) colpi, ha trionfato approfittando anche del crollo nelle ultime buche dallo statunitense, 2/o con 267 (-25) davanti ai connazionali Tom Hoge e Max Homa, entrambi 3/i con 269 (-23).
    Ha dell'incredibile quanto successo alle Hawaii dove Rahm ha chiuso il "moving day" al quinto posto. Poi, ha iniziato il quarto round con un bogey. Dunque, è arrivata la sterzata decisiva nelle seconde nove buche dove ha realizzato quattro birdie (otto quelli totali) e un eagle nelle ultime sette giocate. Le prodezze del basco sono state agevolate dal crollo di Morikawa che ha 'segnato' tre bogey consecutivi (dalla 14 alla 16) che gli hanno fatto perdere certezze e chance di vittoria. Per Rahm, 28enne di Barrika, si tratta dell'ottavo successo (in 133 apparizioni) sul circuito (cifra comprensiva di un Major, lo US Open fatto suo nel 2021), che gli ha fruttato 2.700.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 15.000.000 in un evento elevato del PGA Tour. Che lo scorso anno Rahm aveva chiuso al secondo posto alle spalle dell'australiano Cameron Smith, stavolta assente perché ormai passato alla LIV Golf, la Superlega araba. Rahm ha così eguagliato Gary Player che nel 1978 ha conquistato il Sentry Tournament dopo una grande rimonta. L'exploit ha permesso all'iberico di passare al quarto posto sia nel ranking mondiale che nella FedEx Cup. Non solo Morikawa. Fra i delusi della competizione c'è anche Scottie Scheffler. Lo statunitense ha sprecato ancora una volta la possibilità di tornare numero 1 al mondo e non ha approfittato dell'assenza di Rory McIlroy, leader del world ranking. A Scheffler sarebbe bastato un terzo posto alle Hawaii per riprendersi lo scettro e invece il re del The Masters 2022 non è andato oltre la 7/a piazza con uno score di 271 (-22). Secondo al termine del terzo round, non ha brillato nel finale.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza