Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Fan e maschere da supereroi, Hollywood aspetta Oscar

Fan e maschere da supereroi, Hollywood aspetta Oscar

ROMA, 12 marzo 2023, 13:56

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Hollywood è pronta per la 95/a edizione degli Oscar, in programma al Dolby Theatre dalle 17 di domenica pomeriggio (le 2 di notte in Italia). Mentre negli hotel più esclusivi della città, da West Hollywood a Beverly Hills, si accavallano eventi mondani riservatissimi, la passerella su cui sfileranno i vip è tutta un fermento di addetti ai lavori e di curiosi che si scattano selfie.
    L'atmosfera, sabato sera, era quella delle grandi occasioni. "Su questo viale, regaliamo sogni ogni giorno. Domani è il nostro Natale", dice all'ANSA una donna vestita da Catwoman, vera istituzione dell'Hollywood boulevard insieme ad altri colleghi mascherati da supereroi o personaggi di Star Wars. Sono loro i guardiani quotidiani del sogno: si fanno foto con i turisti, danno un tocco bizzarro a questa parte di città, piena di souvenir economici e cibo scadente. "In questa settimana raddoppiamo gli affari. Domani lasciamo spazio alle stelle vere.
    Ma lunedì torniamo", promette Darth Vader. Il traffico nelle strade attorno procede a passo d'uomo. La pioggia ha graziato Los Angeles almeno nell'ultimo giorno di preparazione. Il meteo incerto ha comunque costretto gli organizzatori a coprire la passerella con grandi teloni impermeabili. Dei drappi rosso fuoco ondeggiano lungo il percorso d'accesso al teatro, mentre a terra - ancora coperto dal cellophane - c'è il "tappeto rosso" più famoso del mondo, che però quest'anno è color champagne.
    Decine di guardie di sicurezza accasciate alle transenne controllano che i curiosi non ci camminino sopra. Lungo i bordi, sfila un'allegra e varia processione di persone, venute a pregustare l'atmosfera degli Oscar. "Siamo il corpo di ballo di una scuola superiore di Salt Lake City. La nostra non è una semplice gita, è un sopralluogo: il prossimo anno vogliamo esibirci sul palco", scherza la professoressa che accompagna 30 adolescenti urlanti. "Noi veniamo dall'Illinois", gridano altre ragazze, appena dietro: "È emozionante essere qui!", e giù di selfie con una statuetta a dimensioni sovrumane. Nel negozio di souvenir dell'attiguo Chinese Theatre, Vivi non ha dubbi: "questa settimana per noi è la più redditizia dell'anno". Vende a 5,99 dollari la versione di plastica della statuetta dorata: "si sente elettricità nell'aria". Sono eccitati anche due sposini tedeschi, che gli Oscar li hanno visti solo in tv: "È tutto più piccolo di come pensavo - dice Corinne - ma valeva la pena sbirciare!".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza