Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Banca mondiale, necessari più fondi per favorire occupazione

Banca mondiale, necessari più fondi per favorire occupazione

Banga al G20, 'nel Sud del mondo cresce la disuguaglianza'

SAN PAOLO, 29 febbraio 2024, 11:15

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presidente della Banca mondiale, Ajay Banga, ha lanciato un allarme sulla "tempesta perfetta di sfide intrecciate che sta esacerbando la disuguaglianza a livello globale: il calo dei progressi nella lotta contro la povertà, la crisi climatica, l'insicurezza alimentare e i conflitti".
    In una nota divulgata a margine dei lavori dei ministri dell'Economia del G20 in corso a San Paolo ha affermato che uno dei modi migliori per ridurre la disuguaglianza è favorire l'occupazione, "tuttavia nei prossimi 10 anni, 1,1 miliardi di giovani nel Sud del mondo diventeranno adulti in età lavorativa ma nello stesso periodo che saranno creati solo 325 milioni di posti di lavoro".
    In questo contesto, sostiene Banga, l'Associazione internazionale per lo sviluppo (Ida) ha bisogno di maggiori fondi per portare avanti la sua missione di aiutare la crescita e l'occupazione nei paesi in via di sviluppo. "Finora l'Ida ha fornito 533 miliardi di dollari a 115 paesi. Ha fatto uscire intere comunità dalla povertà, protetto i bambini dalle malattie, allacciato case all'elettricità e garantito l'accesso all'acqua ai villaggi. Ma l'eredità non cambierà la situazione nelle sfide di oggi. La verità è che stiamo spingendo oltre i limiti di questa importante risorsa agevolata e nessuna ingegneria finanziaria creativa potrà compensare il fatto che abbiamo bisogno di maggiori finanziamenti", ha concluso.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza