Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Argylle - La super spia in vetta a un esanime box office Usa

Argylle - La super spia in vetta a un esanime box office Usa

Record nero negli incassi del fine settimana del Super Bowl

LOS ANGELES, 11 febbraio 2024, 19:46

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

La spy story dal cast stellare "Argylle - La super spia" resta in vetta al botteghino di Stati Uniti e Canada, in questo fine settimana in cui gli americani più che davanti al grande schermo si riuniscono davanti alla tv per godersi il Super Bowl.
    Nel suo secondo weekend nelle sale, il thriller d'azione firmato dal britannico Matthew Vaughn (noto per la trilogia di Kingsman) racimola altri 6,5 milioni, segnando un calo del 62% rispetto al debutto già deludente. L'impresa da 200 milioni di dollari di Apple, distribuita da Universal Pictures, ha generato finora un incasso domestico di soli 28,8 milioni di dollari e di 60 milioni a livello globale. Non è bastato ad attrarre pubblico un cast che vede schierati Henry Cavill, la popstar Dua Lipa, Adriana DeBose, Sam Rockwell, Samuel L. Jackson e Bryan Cranston.
    Il primo kolossal dell'anno non è stato in grado di rianimare un box office ormai moribondo, ma almeno ha battuto la commedia horror 'Lisa Frankenstein' che ha esordito al cinema venerdì e guadagna 3,8 milioni di dollari in tre giorni. Focus Features ha speso 'solo' 13 milioni di dollari per produrre questo debutto alla regia di Zelda Williams, figlia dell'attore Robin Williams.
    La sceneggiatrice di Juno, Diablo Cody, ha scritto questa storia che ha per protagonista l'adolescente tosta e incompresa Lisa (Kathryn Newton), che accidentalmente riporta in vita un giovane zombie, deceduto secoli prima (Cole Sprouse), di cui si innamora.
    Il thriller d'azione diretto da David Ayer, The Beekeeper, resta sul podio dopo quattro settimane dal debutto in sala. La storia della spia Adam Clay (Jason Statham), prodotta da Amazon MGM Studios e distribuito in Italia da Leone Film Group e 01 Distribution, guadagna altri 3,5 milioni.
    Il bottino è misero. Le vendite dei biglietti si sono fermate a circa 42 milioni di dollari. La colpa però non può essere tutta della finale del campionato di football che si disputa oggi a Las Vegas tra i Kansas City Chiefs e i San Francisco 49ers, visto che gli incassi del fine settimana del Super Bowl dell'anno scorso erano arrivati a 51 milioni di dollari. Ormai le speranze dell'industria americana sono tutte puntate su Dune 2, che arriva al cinema il primo marzo.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza