Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bianca Nappi, 'io tra Lolita, Fenoglio e Elisa Claps'

Bianca Nappi, 'io tra Lolita, Fenoglio e Elisa Claps'

Presto sul set per Netflix. "Il sogno? Un personaggio religioso"

ROMA, 14 agosto 2023, 17:36

di Cinzia Conti

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Tanto teatro che ritiene "un banco di prova immancabile" nella carriera di un attore "per superare i propri limiti". Molti film diretti da Ferzan Ozpetek (Un giorno perfetto, Mine vaganti, Magnifica presenza) e poi tanti altri ruoli al cinema che ne hanno dimostrato la bravura e l'ecletticità. Ma Bianca Nappi è anche uno dei volti più amati della tv, specie grazie alla serie campione di incassi Le indagini di Lolita Lobosco, per la regia di Luca Miniero, in cui interpreta la pm Marietta, amica del cuore della protagonista Luisa Ranieri. E poi grazie al ruolo di Rossana, indimenticabile infermiera del turno di notte, autoritaria ma a modo suo empatica, della serie tv Netflix Tutto chiede salvezza, tratta dal romanzo di Daniele Mencarelli, senza dimenticare Sirene di Ivan Cotroneo e Vivi e lascia vivere con la regia di Pappi Corsicato.

Nei prossimi mesi Bianca Nappi, classe 1980, di origine napoletana ma nata e cresciuta a Trani, sarà protagonista di alcune delle più attese serie della stagione: a cominciare da Per Elisa - Il caso Claps che porterà sugli schermi di Rai1 dal 24 ottobre la terribile vicenda della 17enne uccisa nel 1993 a Potenza da Danilo Restivo (e il cui corpo fu trovato quasi 20 anni dopo) fino a Il metodo Fenoglio con Alessio Boni, sempre sulla Rai in autunno, tratto dai romanzi della serie de Il maresciallo Fenoglio di Gianrico Carofiglio.

"Sono stata molto contenta di partecipare al progetto su Elisa Claps - dice Nappi in un'intervista all'ANSA - perché ha i nomi e cognomi di tutti i reali protagonisti di questa storia atrocemente vera e ne racconta la sofferenza. Il caso di Elisa l'ho seguito da sempre, eravamo quasi coetanee e quando scomparve ne fui davvero molto colpita, anche perché era a Potenza, piuttosto vicino alla Puglia dove sono cresciuta. Io interpreto il magistrato Felicia Genovese, personaggio importante e chiave della vicenda, anche controverso". E aggiunge: "È una storia potente, anche perché racchiude mille storie diverse: è un caso di ingiustizia, una vicenda della lentezza italiana, di misunderstanding e malintesi, è la storia del dolore di una famiglia. Era importante raccontarla, per me è stato un onore nella memoria di questa giovane che purtroppo abbiamo conosciuto solo fotograficamente".

Quanto alla serie sul maresciallo Fenoglio, Bianca Nappi spiega: "Siamo sempre a Bari ma è una Bari noir, molto diversa da quella di Lolita che è gioiosa e molto intrigante, seppur con i delitti. Al centro c'è la nascita di una certa cultura mafiosa barese, un racconto mediato dalla letteratura ma molto realistico. E io stavolta sono dalla parte dei cattivi. Una serie davvero interessante che penso potrà piacere molto al pubblico". Tra pochi giorni, poi, l'attrice tornerà sul set della seconda serie di Tutto chiede salvezza ("non posso dire nulla se non che sarà una evoluzione un po' per tutti i personaggi").

A settembre poi ripartono anche le riprese per Lolita 3: "È una bella avventura, mi piace sempre molto, anche se è molto impegnativa perché mi rendo conto quotidianamente di quanto la gente lo abbia visto apprezzato e ce lo abbia negli occhi. È una serie che mi dà gioia, con un bellissima regia, un cast di livello e molto affiatato, un'ottima sceneggiatura, bellissimi costumi, è un ottimo prodotto che è bello che sia sulla tv pubblica. Del resto la gran parte di quelli che fanno il mio lavoro vuole arrivare a più persone possibile e io amo questo grande pubblico che mi ferma per chiedermi quando arriverà la prossima stagione. E - conclude - il personaggio di Marietta non solo è molto divertente da interpretare, ma piace alla gente perché porta una ventata di leggerezza e di allegria di cui abbiamo davvero tanto bisogno".

Ma Nappi è un vero vulcano: sarà anche in una nuova serie di Cotroneo su Netflix, in un un film ancora "segreto" dove sul set c'erano anche degli animali (i cani sono la sua grande passione ed è stata felicissima) e infine rivela un insospettabile ruolo che nessuno le ha ancora proposto ma che le piacerebbe interpretare: "un personaggio religioso".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza