Violenza donne:Casellati,è mattanza, fondamentale linguaggio

Fenomeno che si è aggravato durante pandemia

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - "In questa ricorrenza, come ogni anno, le parole che si potrebbero usare sono tante. Ne scelgo tre: discriminazione, solitudine e dolore. Ma sono i numeri a restituirci la sua immagine più tragica ed eloquente: nel 2019 le vittime di femminicidio nel nostro Paese sono state 96. Una donna uccisa ogni tre giorni. Un caso di stalking o maltrattamento ogni quarto d'ora. Oltre 2 mila gli orfani di madri che non ci sono più. Sono i numeri di una "mattanza" inaccettabile. Sono la fotografia più nitida di un fenomeno drammatico che negli ultimi terribili mesi di pandemia si è ulteriormente aggravato". Così la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati partecipando alla maratona web del gruppo Qn per la Giornata contro la violenza sulle donne.
    " La violenza su una donna e il femminicidio vanno raccontati in tutta la loro crudezza. Non chiamatelo "estremo gesto d'amore" o "amore malato" perché questi crimini sono quanto di più lontano ci possa essere dall'amore. Educazione e istruzione, famiglia e scuola, sono le armi che abbiamo per rovesciare gli stereotipi" (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie