Ultima Ora

Sudafrica: attacco contro stranieri

A Johannesburg e Pretoria, ma polizia nega violenza xenofoba

(ANSA) - JOHANNESBURG, 3 SET - Una nuova ondata di violenza travolge il Sudafrica. Almeno 50 negozi, appartenenti a proprietari stranieri, sono stati saccheggiati e bruciati ieri nelle periferie di Malvern e Jeppestown, a sud di Johannesburg e a Pretoria. La polizia ha sparato proiettili di gomma contro i saccheggiatori mentre le auto bruciate venivano bloccate sulle strade. Almeno 90 gli arrestati, secondo un comunicato della polizia che ha rafforzato i controlli nei quartieri di Johannesburg. Le autorità negano le notizie secondo cui gli attacchi sono di natura xenofoba e che i saccheggiatori hanno preso di mira solo i negozi degli stranieri, insistendo sul fatto che si è trattato solo di atti criminali. "La xenofobia è solo una scusa che viene utilizzata dalle persone per commettere atti criminali", ha detto il ministro della Polizia sudafricano, Bheki Cele. "Non è xenofobia, ma pura criminalità." Cele ha affermato che la priorità del governo è stata quella di schierare più agenti di polizia nelle aree colpite.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie