Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Stuprò ragazza e pestò ragazzo, 10 anni

Stuprò ragazza e pestò ragazzo, 10 anni

Violenze da 'arancia meccanica'. Padre vittima: 'Pena giusta'

MILANO, 06 novembre 2018, 18:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' stato condannato a 10 anni di carcere Freilin David Lopez Villa, un colombiano di 26 anni, in carcere dal marzo scorso per aver rapinato una coppia di fidanzati picchiando il ragazzo di 23 anni, violentando anche la ragazza di appena 19 anni e puntando contro i due studenti, che si erano appartati di sera in auto in una zona periferica di Milano, una pistola, rivelatasi poi un'arma giocattolo. Lo ha deciso il gup del capoluogo lombardo Guido Salvini al termine del processo con rito abbreviato su quelle terribili violenze da 'arancia meccanica', dopo le indagini del pm Luca Gaglio e dei carabinieri. La coppia era stata sorpresa in una zona isolata della città, mentre era appartata in macchina tra via Peressutti e via Chopin, alla periferia sud di Milano. La ragazza stuprata aveva riconosciuto l'aggressore da foto da lui postate su Facebook. "E' una pena giusta, una condanna adeguata", ha detto il padre del ragazzo, parte civile col legale Paolo Tosoni, come la ragazza, assistita dal legale Lara Benetti.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza