Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Winnie Mandela: folla fuori da casa

Winnie Mandela: folla fuori da casa

Canti e balli in onore dell'attivista. 'Salutiamo un gigante'

03 aprile 2018, 15:25

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

(ANSA-AP) - JOHANNESBURG, 3 APR - Una folla di sudafricani si è ritrovata fuori dalla casa di Winnie Madikizela-Mandela a Johannesburg per rivolgere l'ultimo saluto all'ex moglie del premio Nobel e attivista anti-apartheid morta ieri ad 81 anni dopo una lunga malattia.
    Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha annunciato che il 14 aprile si terranno i funerali di stato, ma intanto oggi i sostenitori di Winnie si sono dati appuntamento nel quartiere di Soweto per canti e balli in suo onore. Winnie e Mandela si sposarono nel 1958, ebbero due figlie e rimasero insieme 38 anni. Mentre il marito trascorreva 27 anni in carcere, Winnie condusse una strenua lotta contro l'apartheid, fino alla sua storica liberazione nel 1990. Amata, ammirata e chiamata 'la madre della nazione', perse però gran parte della propria credibilità quando nel 1991 fu condannata a sei anni di prigione per il rapimento e l'uccisione di un 14enne.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza