Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tennis: Djokovic, parte da Montecarlo la difesa del numero 1

Tennis: Djokovic, parte da Montecarlo la difesa del numero 1

Da domenica la sfida con Sinner, in ballo la leadership Atp

ROMA, 02 aprile 2024, 17:47

Redazione ANSA

ANSACheck

Sinner e Djokovic © ANSA/EPA

Novak Djokovic è stato ripreso mentre si allena a Montecarlo con l'ex preparatore della nazionale serba di Coppa Davis, Nenad Zimonjic. Ha sostenuto anche un impegnativo palleggio con Holger Rune. L'ultima apparizione del numero 1 con una racchetta in mano risaliva al 12 marzo, giorno dell'eliminazione nei sedicesimi di Indian Wells ad opera del ventenne marchigiano Luca Nardi, allora numero 123 del mondo (oggi n.75).
In questo inizio di anno complicato per Djokovic - tanto da ammettere, dopo il ko con Nardi, "sto giocando un tennis pessimo" - era poi arrivata la rinuncia al Miami Open. Una pausa di riflessione dettata dal bisogno "in questa fase della carriera, di bilanciare il mio programma privato e professionale". Nel frattempo si è anche separato dal coach Goran Ivanisevic, che lo seguiva dal 2018 e non è stato ancora sostituito.
Ora rieccolo in campo, sulla terra rossa di Montecarlo (7-14 aprile), Masters 1000 fascinoso, di prestigio e con un cospicuo montepremi, vicino ai sei milioni di euro. Il campione serbo - che da domenica, a 36 anni e 321 giorni, sarà il giocatore più anziano ad aver occupato il posto di numero 1 del ranking Atp - è il primo del main draw, seguito da Carlos Alcaraz e Jannik Sinner. Nel Principato Nole ha vinto due volte: 2013 e 2015.
L'ultimo italiano ad aver sollevato la coppa d'argento è stato Fabio Fognini nel 2019.
E proprio la sfida con Sinner, fresco di acquisizione del numero 2, promette di rendere questa edizione più interessante che mai. I 10 migliori tennisti del mondo sono tutti iscritti e potrebbe essere l'occasione per rivedere all'opera Rafael Nadal, presente nell'entry list, che a lì ha trionfato ben 11 volte. L'anno scorso Sinner arrivò in semifinale, quando venne eliminato da Rune. Nel tabellone anche Lorenzo Musetti e Matteo Arnaldi. 

   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza