Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Tennis
  4. Atp Finals: Zverev trionfa a Torino, Medvedev ko in due set

Atp Finals: Zverev trionfa a Torino, Medvedev ko in due set

Il tedesco supera in finale il russo 6-4, 6-4

Il re di Torino è Alexander Zverev. Il tedesco ha trionfato nella finalissima del torneo dei 'maestri' contro Daniil Medvedev e il risultato di 2-0 certifica la sua supremazia durante tutta la gara. E' stata la finale più breve di sempre, il 6-4, 6-4 in un'ora e 16 minuti è il giusto premio a un torneo incredibile da parte del n.3 al mondo. "Venivo da cinque sconfitte di fila contro Medvedev, ora posso andare felicemente in vacanza - il commento del nuovo campione delle Atp Finals dal campo del Pala Alpitour, che proprio nel round robin aveva ceduto per 2-1 contro il russo - E' stato il modo migliore per chiudere la stagione: è stato un anno meraviglioso, non vedo l'ora di ricominciare". Questo successo è davvero la ciliegina sulla torta per Zverev, sei titoli totali, compresi due Masters 1000, la gioia del trionfo alle Olimpiadi di Tokyo e la soddisfazione sotto la Mole.

C'è anche una dedica speciale alla città che ha ospitato la kermesse: "A Londra mi sono trovato bene, ma Torino è fantastica, è il top", dice il tedesco, che rovesciando ogni pronostico si è rivelato il migliore di tutti, nonostante in questa fase ad eliminazione non partisse certo come favorito. Ha eliminato Novak Djokovic in una semifinale incredibile, ha strappato il titolo delle Atp Finals a Medvedev. E, venendo al serbo primo al mondo, è scattato il caso vaccino: "Vedremo se ci sarò, aspettiamo e vediamo" il suo commento sibilino in vista del torneo in Australia, dove c'è obbligo vaccinale per chi entra nel Paese. Il n.1 ieri è sembrato fuori forma, ma lui la pensa diversamente: "Non ero assolutamente stanco, avrei potuto giocare ancora un'ora - ha detto dopo una maratona di due ore e mezzo - Ho solo avuto un pessimo game, il quarto del terzo set, con quattro errori gratuiti: in condizioni simili, contro un grande battitore come Zverev, quando perdi il servizio è dura rimontare". Oltre al campione del singolo, è stata la giornata della finalissima nel doppio: Pierre-Hugues Herbert e Nicolas Mahut si portano a casa la coppa, 2-0 il risultato con cui hanno battuto Rajeev Ram e Joe Salisbury.

Come capitato con Medvedev, anche i due francesi hanno rovesciato le previsioni e i precedenti: "Avevamo perso nel round robin contro di loro, ma oggi abbiamo giocato la miglior partita di tutta la settimana" ha commentato la coppia campione. Il Pala Alpitour chiude ora i battenti, ma tra pochi giorni ospiterà un'altra kermesse attesissima: dal 25 al 29 novembre sotto la Mole c'è la Coppa Davis, con i gironi eliminatori e un quarto di finale prima che la competizione si sposti definitivamente a Madrid. Tornerà dunque a sventolare il tricolore in italiano, dopo che alle Atp Finals il pubblico ha spinto prima Matteo Berrettini e poi Jannik Sinner. Il romano ha alzato bandiera bianca dopo il primo set del suo esordio a causa di un problema ai muscoli addominali che lo terrà fuori anche dal torneo a nazioni, mentre l'altoatesino farà parte della squadra di Filippo Volandri. Gli azzurri si sono già radunati all'albergo Nh del Lingotto, oltre a Sinner ci sono il padrone di casa Lorenzo Sonego, Fabio Fognini, Lorenzo Musetti e Simone Bolelli, chiamato a sostituire l'infortunato Berrettini.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA