Tennis: Naomi Osaka vince il suo secondo Australian Open

La giapponese numero 3 del mondo batte l'americana Brady 6-4 6-3

Naomi Osaka ha fatto il bis. La 23enne campionessa giapponese ha conquistato il suo secondo titolo agli Australian Open di tennis (dopo quello del 2109) battendo facilmente l'americana Jennifer Brady con un perentorio 6-4 6-3. In attesa della finale maschile di domenica, fra Novak Djokovic e Daniil Medvedev, che si annuncia avvincente, oggi il pronostico che la dava trionfatrice è stato pienamente rispettato dalla giapponese n. 3 del mondo, considerata l'erede di Serena Williams, la 39enne ex regina della racchetta, che proprio la Osaka ha battuto in semifinale in quello che a molti è parso come un cambio della guardia ai vertici di questo sport. Per l'atleta nipponica, che non fallisce gli appuntamenti decisivi, si tratta del quarto Slam vinto in altrettante finali Slam disputate (Us Open 2018, Australian Open 2019 e Us Open 2020 le vittorie precedenti). Davanti al pubblico di Melbourne Park, la sfida di oggi con l'avversaria americana non ha avuto praticamente storia, infatti è durata appena un'ora e 17 minuti di gioco. Solo nel primo set c'è stata un po' di resistenza da parte della Brady, ma poi la Osaka ha spinto le giocate aumentando la velocità e la forza dei suoi colpi e per la tennista statunitense non c'è stato più nulla da fare, il divario fra le due era incolmabile. La nuova regina di Melbourne grazie a questa nuova vittoria compie un altro passo verso la testa della classifica mondiale Wta, infatti sale dalla terza alla seconda posizione nella nuova classifica mondiale del tennis, e comincia a insidiare da vicinissimo la n. 1, l'australiana Ashley Barty, beniamina del pubblico di Melbourne Park. Barty partiva come grande favorita per il titolo 2021, ma inaspettatamente è uscita ai quarti per mano della non irresistibile ceca Carolina Muchova, poi a sua volta battuta dalla Brady in semifinale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie