Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Serie A: Verona-Sassuolo 1-0 perde il Sassuolo ma perde anche l'Italia

Serie A: Verona-Sassuolo 1-0 perde il Sassuolo ma perde anche l'Italia

Gli azzurri di Spalletti perdono un protagonista per il prossimo Europeo

BOLOGNA, 03 marzo 2024, 23:58

Redazione ANSA

ANSACheck
Soccer: Serie A; Hellas Verona vs US Sassuolo -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Soccer: Serie A; Hellas Verona vs US Sassuolo - RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Perde il Sassuolo, ma a Verona perde anche l'Italia. Domenico Berardi si rompe il tendine d'Achille della gamba destra e se gli emiliani dovranno fare a meno della loro bandiera, gli azzurri di Spalletti perdono un protagonista per il prossimo Europeo. Sono passati nemmeno una quindicina di minuti della ripresa, Montipò sbaglia un rinvio con i piedi, Berardi stoppa di petto ma non appenna accenna a scattare si accascia al suolo portando subito le mani nella zona del tendine. La smorfia di dolore dice tutto. Berardi alza la mano e chiede il cambio.

 

Per il Sassuolo diventa dura, riperde il capitano che, tornato titolare dopo mesi, chiude così la stagione da dimenticare. Nella gara della paura un clamoroso errore di Henrique spiana la strada a Swiderski che con un tocco sporco come è destino del campionato dell'Hellas batte Consigli e manda all'inferno il Sassuolo. Una gara con poche emozioni, tanti errori e un'apprensione palpabile. Vince il Verona con fortuna ma anche con grande umiltà, per il Sassuolo - con l'esordio in panchina di Ballardini - una sconfitta preoccupante.

Baroni ripropone il francese Henry prima punta. Noslin scala a supporto dell'attaccante, con Lazovic e Suslov. Coppola vince il ballottaggio con Magnani al centro della difesa, Serdar e Duda in mediana a centrocampo. Folorunsho non va neanche in panchina per un attacco influenzale. Ballardini schiera il suo primo Sassuolo con il 4-3-3. La notizia è il ritorno di Berardi, titolare un mese e mezzo dopo l'ultima volta. Pedersen è forse l'unica novità come terzino destro. Un quarto d'ora di studio poi si accende Berardi che dalla destra fa spiovere un pallone sul secondo palo, controllo e sinistro di Thorstvedt, bravo Montipò a respingere con i pugni. Rimane una gara sporca, nervosa, con due squadre che hanno troppa fretta una volta vicino all'area avversaria, frenesia che comporta tanti errori. Il Verona si fa vivo alla mezz'ora. Sinistro di Suslov dal limite, Consigli con i pugni e ancora il portiere del Sassuolo a dire di no alla ribattuta di Cabal. Primo tempo, comunque, avaro di emozioni tra due squadre molto più attente a non correre pericoli che a crearne. La ripresa porta, purtroppo, la brutta notizia per il Sassuolo. Il Sassuolo perde fantasia in fase offensiva con l'infortunio di Berardi ma il Verona non sembra in grado di approfittarne. Anzi, in questa parte centrale della ripresa, sembrano gli emiliani più in palla. Baroni corre ai ripari provando a cambiare di fatto l'intero pacchetto offensivo. L'equilibrio si rompe sull'erroraccio di Henrique che perde malamente palla da ultimo uomo, il pallone arriva a Bonazzoli che premia lo scatto di Swiderski che, contrastatonda Erlic, riesce a toccare quel tanto per battere Consigli. Il Sassuolo ci prova più che altro per dovere ma, stordito per l'infortunio di Berardi, non crea alcuna occasione per mettere in crisi la retroguardia gialloblù.

 



   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza