Calcio
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Calcio
  4. Drogba nominato 'Ambasciatore buona volontà' Oms

Drogba nominato 'Ambasciatore buona volontà' Oms

Per promuovere esercizio fisico,'4 giovani su 5 non fanno sport'

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Didier Drogba, leggenda del calcio mondiale, è stato nominato 'Ambasciatore di buona volontà' dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per lo sport e la salute. L'ex calciatore sosterrà l'agenzia delle Nazioni Unite nel suo impegno a promuovere l'esercizio fisico e una vita sana e a far conoscere il valore dello sport in particolare tra i giovani.
    ''Sono onorato di entrare a far parte dell'Oms e di sostenere questa organizzazione per aiutare i giovani a raggiungere il miglior livello di salute possibile'' ha dichiarato l'ex attaccante dell'Olympique Marsiglia. ''Io sono la prova che lo sport fa bene - ha detto - e dunque voglio impegnarmi a divulgare questo messaggio nel mondo''. Considerato uno dei migliori giocatori della sua generazione, nelle stagioni 2006-2007 e 2009-2010 è stato capocannoniere della Premier League, realizzando rispettivamente 20 e 29 reti. L'11 marzo 2012 ha realizzato la rete decisiva per la vittoria del Chelsea sullo Stoke City (1-0), diventando così il primo calciatore africano della storia a segnare 100 gol in Premier League. Il 19 maggio 2012 ha condotto il Chelsea alla vittoria della prima Champions League nella storia del club londinese.
    La nomina ad 'Ambasciatore di buona volontà' dell'ex capitano della nazionale ivoriana, che partecipa da tempo a campagne di sensibilizzazione sulla salute, la lotta al paludismo e all'hiv, è stata annunciata in occasione del lancio, a Ginevra, del partenariato 'Healthy 2022 World Cup - Creating Legacy for Sport and Health' tra il ministero della sanità del Qatar, l'Oms e la Fifa. Secondo i dati dell'Oms quattro adolescenti su cinque e un adulto su quattro non praticano un sufficiente esercizio fisico: l'aumento dell'inattività oltre ad essere dannoso per l'individuo ha ripercussioni negative sul sistema sanitario, l'ambiente, lo sviluppo economico e la qualità della vita.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie