Roma: già al lavoro per Coppa Italia e dimenticare derby

Club ritiene inaccettabile perdere così, ma nessun processo

La Roma riprende ad allenarsi dopo il 3-0 subito nel derby. L'umore non può essere dei migliori, ma nessuna caccia al colpevole all'interno di Trigoria. Nè il tecnico, Paulo Fonseca, nè Ibanez (autore dei due errori sul gol dell'uno e due a zero) sono finiti singolarmente sul banco degli imputati: il blackout è stato collettivo. La proprietà, il nuovo general manager, Tiago Pinto, e lo stesso Fonseca ritengono inaccettabile una prestazione simile e per questo, come dopo ogni partita, management e Friedkin si sono riuniti per un'analisi post match. Nessun processo o vertice straordinario, ma un naturale confronto dopo una prestazione dichiarata da tutti al di sotto degli standard. La squadra questa mattina ha svolto un regolare allenamento in vista di martedì, quando in Coppa Italia ci sarà l'opportunità di cancellare la brutta figura con la Lazio e l'augurio di tutti è di ripartire così come la Roma era arrivata al derby. Lo spera anche Dan Friedkin, presente all'Olimpico con un vistoso tutore al ginocchio. Il presidente ha subito un intervento di routine programmato da tempo in Svizzera, situazione che non ne limita in alcun modo il lavoro. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie