Il Tottenham ne fa cinque, finisce il sogno del Marine

In FA dilettanti di Crosby non sono riusciti a battere gli Spurs. Leeds eliminato da club 4/a divisione

 Poco più di 20 minuti per sognare, una clamorosa traversa da raccontare ai nipoti: finisce con una prevedibile goleada la favola Marine, travolto dal Tottenham di Josè Mourinho, ma già entrato nella lunga e gloriosa storia della Coppa d'Inghilterra. Epilogo scontato - tra i meritati applausi del pubblico, assiepato sui tetti delle case vicine al piccolo stadio Rossett Park - dell'incontro più imprevedibile, tra la quarta in classificata della Premier League e una comprimaria dell'ottava divisione regionale: 161 posizioni di differenza nella piramide del calcio inglese. Mai, in 149 anni di Fa Cup, al terzo turno si erano affrontate squadre così distanti nella graduatoria generale. Una formazione di professionisti internazionali (409 convocazioni nelle rispettive nazionali) contro calciatori part-time, dal divario tecnico-tattico subito evidente, eppure colmato - almeno in apertura - dall'entusiasmo contagioso dei padroni di casa, dal capitano Niall Cummins, di professione insegnante di educazione fisica, al veterano James Joyce, operaio in una fabbrica di automobili, dal terzino Josh Solomon-Davies, impiegato nel sistema di tracciamento del servizio nazionale inglese, al centrocampista James Barrigan, ex professionista con la maglia del Wigan, oggi operatore ecologico. Fino a Neil Kengni, in prestito dal Stalybridge, protagonista dell'emozione più intensa in apertura di gara: la sua conclusione dai 35 metri sorprende l'ex nazionale inglese Joe Hart, colpendo una clamorosa traversa. Scampato il pericolo, gli Spurs, in 13' risolvono la pratica con quattro gol, grazie alla tripletta del brasiliano Vinicius, che in due settimana (250mila euro) guadagna più dell'intero bilancio del Marine, e alla punizione di Lucas Moira. Nella ripresa arrotonda il punteggio il 16enne Alfie Devine, il quarto più giovane marcatore di sempre della coppa nazionale. A conferma dell'eccezionalità dell'incontro, che ha fruttato alle casse del Marine oltre 300mila euro: 80mila dai diritti tv (la partita è stata trasmessa in diretta dalla Bbc), 25mila come premio per aver superato sette turni, e 200mila guadagnati da una lotteria virtuale, alla quale hanno preso parte oltre 20mila simpatizzanti. Un premio meritato all'impresa compiuta dal Marine, che negli ultimi giorni ha saputo conquistare le simpatie di un'intera nazione, e non solo.

Leeds eliminato da club 4/a divisione - Dopo l'impresa di ieri del Chorley (squadra di 6/a serie inglese che ha eliminato il Derby County), oggi è toccato al Leeds di Marcelo Bielsa vedersi eliminato, stavolta per mano di un club di 4/a divisione, il Crawley Town, che ha battuto 3-0 la formazione allenata dall'argentino nel terzo turno di FA Cup. E' costato caro a Bielsa l'ampio turnover: la piccola squadra del Sussex ha fatto la differenza nella ripresa, segnando due gol nel giro di tre minuti con Nick Tsaroulla (5' st) e Ashley Nadesan (8' st), prima che Jordan Tunnicliffe (25' st) mettesse la parola fine con il terzo gol. Al 91' della gara tra Crawley e Leeds è anche entrato Mark Wright, star della tv inglese (ha partecipato a qualche programma e reality) che ha così esordito a 33 anni da calciatore professionista.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie