Basket: Nba; i big three dei Nets perdono la prima

Embiid travolge Boston, Philadelphia comanda Eastern Conference

 Risultato a sorpresa nel debutto dei nuovi Big Three dei Brooklyn Nets contro i Cleveland Cavaliers.
    Irving, Durant e Harden, che segnano 96 punti in tre, rimontano 13 punti nel quarto periodo, forzano il supplementare e hanno anche il tiro per vincerla nel primo overtime con Durant, ma vengono travolti da un incredibile prestazione di Collin Sexton, che segna 20 punti in fila a cavallo dei due overtime e serve all'ex di serata Taurean Prince la tripla della vittoria Reduce da cinque partite di assenza per un infortunio alla caviglia, Sexton ha totalmente "rubato lo show" alle stelle dei Nets, segnando cinque triple negli overtime (tra cui quella a 1.2 secondi dalla fine per forzare il secondo), chiudendo con il suo massimo in carriera da 42 punti. Degli otto giocatori schierati da coach Bickerstaff ben sette finiscono in doppia cifra, tra cui i 25 punti di Cedi Osman e le buone prestazioni degli ex di serata, Taurean Prince (17) e Jarrett Allen (12+11) uscendo dalla panchina.
    La nuova "capolista" della Eastern Conference è Philadelphia, che si prende una vittoria pesante ai danni dei Boston Celtics sempre privi di Jayson Tatum (117-109 il risultato finale). A fare la differenza in una partita molto combattuta (13 parità, 13 avvicendamenti alla guida nel punteggio e mai nessuno in doppia cifra di vantaggio) è stato di nuovo un Joel Embiid in formato MVP 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie