Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ciclismo: Sanremo; Van der Poel, felicissimo per come ho vinto

Ciclismo: Sanremo; Van der Poel, felicissimo per come ho vinto

'Tutti vogliono imporsi qui, io l'ho fatto nel modo più bello'

ROMA, 18 marzo 2023, 17:27

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"La Milano-Sanremo è una delle gare che ogni ciclista vuole vincere, è speciale, e sono felicissimo anche per il modo in cui ho vinto". Così Mathieu Van der Poel commenta, dai microfoni di Rai Sport, la propria vittoria nella 'Classica di Primavera'.
    "Alla Tirreno-Adriatico non mi sono nascosto - aggiunge Van der Poel -, semplicemente non ero al livello che desideravo. Ma sapevo che dovevo parteciparvi per essere al meglio qui nella 'Sanremo'. L'attacco a Pogacar? Avrei voluto partire un po' prima, ma non ho trovato gli spazi. Poi sono stato fortunato a trovare un piccolo buco e sono felice di averlo fatto. Questa sera festeggerò, perché questo è un successo da ricordare e io l'ho ottenuto nel modo più bello, arrivando da solo grazie anche alla squadra (la Alpecin ndr) che ha fatto un lavoro straordinario".
    Sintetico il giudizio sulla corsa del grande rivale (anche nel ciclocross) di Van der Poel, il belga Wout Van Aert, oggi terzo.
    "E' stata una bella corsa, non ho alcun rimpianto perché è stato chiaro che oggi ha vinto il migliore. E' bello vincere, ma là davanti c'erano corridori fortissimi. Ora non vedo l'ora di disputare le classiche in Belgio".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza