Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Malagò, su esclusione Russia piena condivisione con il governo

Malagò, su esclusione Russia piena condivisione con il governo

'Mission Cio è coinvolgere tutti ma realtà dei fatti è evidente'

MILANO, 21 febbraio 2023, 15:18

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Il Coni è il Cio, rappresenta il Cio. Ma su quello che sta facendo il governo su questa materia devo dire che siamo in piena condivisione, mi sento con il ministro tante volte al giorno". Lo afferma Giovanni Malagò, presidente del Coni, a margine di un evento a Milano, ritornando sulla lettera con cui oltre 30 Nazioni, tra cui l'Italia, hanno ribadito la loro contrarietà al ritorno degli atleti russi e bielorussi a competere a livello internazionale, almeno fino a quando non cesserà la guerra in Ucraina.
    "Se andate a vedere quel testo è estremamente chiaro - aggiunge - e porta verso questa forma di neutralità sulla base di cui si può trovare un punto di incontro tra due contesti.
    Bisogna trovare una soluzione e fare il possibile per arrivarci".
    La lettera era arrivata dopo che il Cio aveva ipotizzato la riammissione degli atleti di Russia e Bielorussia, sebbene nella forma di 'neutrali', già ai prossimi Giochi Olimpici, a Parigi nel 2024.
    "Da una parte il Cio nella sua mission deve coinvolgere gli atleti di tutto il mondo e non posso essere contrario a questa affermazione ribadita con chiarezza nella carta olimpica", commenta Malagò.
    "Dall'altra - conclude - c'è una realtà che è sotto gli occhi di tutti: il problema è che per andare alle Olimpiadi, che sono a luglio 2024, serve passare per le qualificazioni e quelle cominciano adesso, qualcuna e già partita".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza