Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'L'Italia chiamò', in un libro i trionfi di Tokyo 2020

'L'Italia chiamò', in un libro i trionfi di Tokyo 2020

Prefazione di Malagò, con i ritratti dei campioni ad acquarello

ROMA, 21 gennaio 2023, 16:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I campioni e i loro trionfi, e quei successi che hanno rappresentato un nuovo punto di partenza dopo la pandemia. 'Tokyo 2020, l'Italia chiamò! 40 medaglie olimpiche, il nostro sport segna la rinascita' è il libro scritto da Carmelo Lentino e Roberto Messina (prefazione del presidente del Coni, Giovanni Malagò) dedicato agli atleti azzurri che hanno vinto agli ultimi Giochi. Il volume, in uscita per Academ editore vuole celebrare la "ripartenza" dell'Italia dopo il Covid, approfondendo il ruolo dello sport e la sua importanza sociale nel Paese, Nel libro il profilo di tutti gli atleti medagliati a Tokyo 2020, con i loro ritratti originali ad acquerello creati dall'italo-argentino Bruno Morello. Spiccano gli ori di Marcell Jacobs nei 100 metri; di Gianmarco Tamberi, primo italiano a salire sul gradino più alto del podio nel salto in alto maschile; quello di Massimo Stano nella marcia; Rodini e Cesarini nel canottaggio; Ganna, Consonni, Lamon e Milan, nel ciclismo; Antonella Palmisano, marcia; Busà, karate; Patta, Desalu, Tortu e ancora Jacobs, nel 4x100 di atletica; l'oro della coppia Rodini e Cesarini, prima medaglia del canottaggio azzurro al femminile; come una prima volta la medaglia d'oro di Tita e Banti nella vela. "Noi italiani nei momenti complicati ci esaltiamo e tiriamo fuori il meglio. Abbiamo reso felice un Paese. La responsabilità era grande. È la prima volta che l'Italia ha vinto almeno una medaglia in ognuno dei giorni di gara dei Giochi - le parole di Malagò nella prefazione -. È un'Italia multietnica e super integrata. Abbiamo portato per la prima volta atleti provenienti da tutte le regioni e province autonome d'Italia e portato atleti nati in tutti e cinque i continenti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza