Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dakar: tra le auto nona tappa a Loeb, Sainz cerca di proseguire

Dakar: tra le auto nona tappa a Loeb, Sainz cerca di proseguire

In testa sempre il qatariota Al-Attiyah. Tra le moto spunta Benavides

10 gennaio 2023, 17:26

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Sébastien Loeb ha conquistato la sua terza vittoria di tappa nel rally Dakar dopo 686 km tra Ryad e Harad pieni di colpi di scena, compreso l'incidente che ha coinvolto Carlos Sainz. Il lituano Vaidotas Zala è arrivato secondo della giornata (a 3'7") e il francese Guerlain Chicherit terzo (a 4'18"), per un podio tutto Prodrive. Probabilmente senza chance di vittoria finale a causa del ritardo (1h40') sul leader Nasser Al-Attiyah (Toyota), Loeb ha adempiuto a parte del suo obiettivo: conquistare una vittoria di tappa per raccogliere punti per il campionato del mondo e tornare sul podio. Colpo di scena della giornata è l'incidente di Sainz, per il quale si era parlato di abbandono. Il tre volte vincitore dell'evento si è ribaltato con la sua Audi RS Q e-tron dopo aver saltato su una duna, a pochi chilometri dal via della nona tappa. In un primo momento si è diffusa la notizia di ritiro dello spagnolo, sofferente al torace e alla schiena. Ma, già sull'elicottero che lo doveva portare in ospedale a Riad per accertamenti, Sainz ha chiesto di essere riportato alla macchina, dove lo attendeva il navigatore Lucas Cruz, e dove è stato raggiunto dai soccorsi del suo team per le riparazioni necessarie a tentare di proseguire.

Nella categoria moto l'argentino Luciano Benavides (Husqvarna) ha strappato la vittoria nella nona tappa della Dakar, la seconda di questa 45esima edizione. Il più giovane dei fratelli Benavides, 27 anni, ha tagliato il traguardo dopo 358 km di speciale (la parte cronometrata della tappa) con 1'2" di vantaggio sull'australiano Toby Price (KTM) e 2'57" sull'americano Skyler Howes (Husqvarna). Howes resta quindi per il quinto giorno consecutivo in testa alla classifica generale provvisoria ma Price, che questa mattina era staccato di 13", si è avvicinato e adesso ha solo 3" di ritardo. Kevin Benavides e la sua KTM sono terzi (a 5'9") e il francese Adrien Van Beveren (Honda), che era a soli 2'49" dal leader al via, ora si ritrova a 15'40", dopo un "giornata difficile con tracce poco appariscenti cancellate dalla pioggia", ha spiegato. Lo spagnolo Joan Barreda (Honda) si è ritirato dopo una caduta al km 16. È stato trasportato in aereo, sofferente alla schiena, hanno detto gli organizzatori.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza