Sport

Tokyo: papà Centracchio, impresa che premia sacrifici

"Lei grandiosa ma al telefono piangevo e non le ho detto nulla"

(ANSA) - ISERNIA, 27 LUG - "Non sono riuscito a dirle nulla, appena ho sentito la sua voce ho pianto, ma ora lo dico a voi: è stata grandiosa!". Così, all'ANSA, Bernardo Centracchio, il padre della campionessa olimpionica di judo Maria che porta in Molise la prima medaglia di bronzo. Bernardo, titolare di una palestra, ha passato il testimone alla figlia.
    "Maria aveva cinque anni quando ha iniziato. Non ci aspettavamo la vittoria di oggi. È stata l'impresa che ha premiato tutti i suoi sacrifici". Grande emozione anche per la mamma Silvia: "Il mio cuore è con lei a Tokyo". Maria rientrerà il 5 agosto. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie