Covid: Assosport, se chiudono impianti sci ristori per tutti

Produttori articoli sport invernali, rischio danni ingentissimi

(ANSA) - ROMA, 28 NOV - Fare chiarezza e garantire ristori anche ai produttori di articoli per gli sport invernali: sono queste le priorità per l'Associazione fra i produttori di articoli sportivi (Assosport) - che comprende oltre 300 brand, 9.300 addetti in Italia e un fatturato di oltre cinque miliardi - nella questione della ventilata chiusura degli impianti sciistici.
    «Innanzitutto, tutelare la salute dei cittadini. E di questo non si discute. Ma parallelamente - la richiesta del presidente Assosport, Anna Ferrino - bisogna riconoscere che la montagna mantiene non soltanto i gestori di impianti o gli operatori turistici ma anche i produttori che concentrano il loro core business in questo periodo. Se chiusura degli impianti deve essere, per fare fronte agli ingenti danni economici che seguiranno che vengano adottati metodi mirati a ristorare tutti gli attori della lunga e complessa filiera. Nessuno escluso".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie