Minneapolis: a Watford sfila Joshua, campione mondo massimi

Pugile sfila con felpa, guanti neri e scritta BlackLivesMatter

Continuano nel mondo le marce di protesta per la morte a Minneapolis di George Floyd e all'insegna dello slogan antirazzista #BlackLivesMatter. Oggi ce n'è stata una a Watford, località di 79mila abitanti a circa 34 km da Londra in cui è nato l'attuale campione del mondo dei pesi massimi (e oro olimpico nel 2012) Anthony Joshua. E proprio Joshua ha sfilato assieme ai manifestanti, con felpa nera d'ordinanza e guanti neri alla Tommie Smith, e con un tutore al ginocchio sinistro per via d'un infortunio. Per marciare si è quindi dovuto aiutare con un monopattino o delle stampelle. "Ha voluto esserci a tutti i costi", ha spiegato una fonte vicina al pugile.
    Quanto al futuro, Joshua deve difendere i titoli Wba, Ibf e Wbo contro lo sfidante ufficiale Kubrat Pulev, 39enne bulgaro ex campione d'Europa, ma data e sede del match sono ancora da stabilirsi a causa dello stop all'attività provocato dal coronavirus.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie