Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mondiali indoor di atletica, Fabbri apre con il bronzo

Mondiali indoor di atletica, Fabbri apre con il bronzo

Prima medaglia dell'Italia, nel peso azzurro 3/o e Weir quarto

ROMA, 02 marzo 2024, 08:17

Redazione ANSA

ANSACheck
Leonardo Fabbri © ANSA/EPA
Leonardo Fabbri © ANSA/EPA

Leonardo Fabbri © ANSA/EPA

Italia subito a medaglia ai mondiali indoor di atletica. A Glasgow nel peso Leonardo Fabbri conquista un super bronzo con 21,96 e si conferma sul podio iridato dopo l'argento all'aperto conquistato a Budapest della scorsa stagione. Oro allo statunitense e primatista mondiale Ryan Crouser (22,77), secondo il neozelandese Tom Walsh (22,07), ma tra i migliori quattro ci sono due italiani perché ai piedi del podio finisce il campione europeo indoor Zane Weir a 21,85.

Fabbri è il primo a entrare in pedana e fa volare subito il peso a 21,96. Sfiora i ventidue metri l'azzurro che esulta per l'ennesima medaglia che lo conferma tra i più forti al mondo.
"Siamo stati bravissimi - dice Fabbri ai microfoni Rai estendendo i complimenti al compagno di squadra Weir -, nonostante un po' di nervosismo, perché non hanno accettato il peso a entrambi, siamo stati bravi perché non era facile.

Nell'indoor sono svantaggiato perché lancio a destra e devo cambiare un po' la tecnica. Questa di Glasgow è una tappa di passaggio verso Parigi. Spero che la gente sia orgogliosa di noi, terzo e quarto al mondo non è facile, visto il livello che si è raggiunto. La mia medaglia a Budapest ha portato bene e speriamo valga lo stesso anche qui".
"Il livello della nostra disciplina è altissimo, e io non ho fatto abbastanza - dice Weir, sudafricano naturalizzato italiano -. Ma l'obiettivo sono le Olimpiadi". Arriva quarta nel pentathlon Sveva Gerevini che con 4559 punti supera di nuovo il suo record italiano (4538 a fine gennaio) a un passo dal sogno della medaglia: il bronzo dell'olandese Sofie Dokter (4571) rimane a soli dodici punti di distanza. È il miglior piazzamento di sempre per l'Italia nelle prove multiple in una manifestazione mondiale. Si ripete la belga Noor Vidts (4773), seconda la finlandese Saga Vanninen (4677).

Nella finale dei 60 metri finisce ottavo Chiruru Ali, costretto a rallentare per un fastidio fisico a metà gara prima di chiudere in un poco significativo 8.00, dopo essersi qualificato con il primato personale di 6.53 e il secondo posto in semifinale, sesto crono complessivo. Torna sul trono iridato lo statunitense Christian Coleman in 6.41 che si aggiudica la sfida sfida con Noah Lyles, argento in 6.44, mentre il bronzo è del giamaicano Ackeem Blake (6.46). 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza