Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Conference: Fiorentina tris in Scozia, segna anche Jovic

Conference: Fiorentina tris in Scozia, segna anche Jovic

Partita in controllo per i viola, slancio per il campionato

   La Fiorentina cercava il riscatto e l'ha trovato in una notte piovosa a Edimburgo: nella bolgia del Tynecastle Park la squadra viola ha battuto 3-0 gli Hearts grazie ai gol di Mandragora e Kouamé nel primo tempo e di Jovic nella ripresa. Una vittoria importante per restare in corsa nel proprio girone in Conference League (è a tre punti dalla capolista Basaksehir fermata sul pari dal Riga) ma anche per cercare di dare una scossa al campionato dove finora ha piuttosto faticato.

    I viola sono passati dopo appena 4 minuti con un colpo di testa di Mandragora su assist di Terzic. Per l'ex granata, schierato al posto dell'acciaccato Barak, è il secondo gol stagionale dopo quello in campionato contro la Cremonese. Ma soprattutto un gol pesantissimo per la squadra di Italiano che ha potuto mettere in discesa la partita. Non solo: il vantaggio ha dato alla Fiorentina, scesa in campo con Jovic nel tridente con Kouamé e Saponara (nel finale entrerà Gonzalez), Gollini fra i pali, la sorpresa Terzic in difesa e Quarta ancora preferito a Milenkovic (entrerà a inizio ripresa al posto di Igor), la scossa necessaria e il primo tempo è stato un dominio assoluto e varie occasioni per raddoppiare, con Jovic, Igor (paratona di Gordon) e ancora con Mandragora.

    Il raddoppio comunque era nell'aria ed è arrivato poco prima dell'intervallo con una spettacolare semirovesciata di Kouamé, giocatore rilanciato da Italiano (significativa la corsa dell'attaccante ivoriano per abbracciare l'allenatore dopo il gol) e già a segno un mese fa contro la Juventus. Risultato più che meritato per una Fiorentina che nella prima frazione di gioco ha concesso davvero poco agli Hearts: Gollini è intervenuto solo una volta su Ginnelly dopo un errore di Saponara.

    Nella ripresa gli scozzesi sono rimasti in dieci per l'espulsione di Neilson per fallo da ultimo uomo su Jovic, a quel punto i viola (tra i quali ha debuttato anche il giovane Bianco) hanno controllato ancora più facilmente il match, nonostante qualche sussulto d'orgoglio degli avversari che mai si sono resi davvero pericolosi, e in contropiede hanno cercato il tris. Che è arrivato a dieci minuti dalla fine con l'uomo più atteso e forse discusso, Luka Jovic, che ha sfruttato a dovere il suggerimento di Kouamè. Il centravanti serbo arrivato in estate dal Real Madrid non segnava in Europa dal 2019 quando giocava nell'Eintracht: l'ultima rete risaliva alla semifinale di Europa League con il Chelsea allora guidato da Sarri. Alla fine viola sotto il settore dei 700 tifosi fiorentini, tutti a far festa. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Podcast

        A cura di Intesa Sanpaolo