Serie A: Parma-Crotone 3-4, verso la B a suon di gol

Retrocessione matematica a un passo, altra doppietta Simy

Quando in campo ci sono le due peggiori difese del campionato non può che essere il festival del gol. Parma e Crotone non si smentiscono nemmeno nella sfida del Tardini e regalano, termine azzeccato vista la forza delle rispettive retrovie, sette reti ma anche una traversa e un palo. Alla fine l'ultimo giro di giostra è del Crotone che vince 4-3 e allontana per ora la matematica certezza della serie B. Una vittoria che Cosmi voleva a tutti i costi dopo sei sconfitte consecutive e per agguantare la prima in trasferta. Il Parma invece crolla ancora. Dopo lo stop con la Juve ma soprattutto col Cagliari (anche in quel caso con un 4-3), gli emiliani chiudono di fatto la loro stagione, sbriciolando anche l'ultima, flebilissima, speranza di salvezza. 

Che ci vorrà il pallottoliere lo si capisce subito. Messias già al 6' spara alto da buona posizione e al 13' centra dritto la sulla traversa. Sul successivo corner di Ounas, Magallan salta più in alto di Busi e mette in rete il suo primo gol in serie A. Il Parma subisce ancora una volta da calcio piazzato e la sua reazione non è incisiva come ci attenderebbe, anche per l'infortunio di Man. Al 20' il romeno esce per un problema muscolare e al suo posto entra Gervinho. Il primo pericolo per la porta dei calabresi arriva al 25' quando una respinta di pugno di Cordaz finisce sulla nuca di Hernani e la palla carambola sul palo. Al 29' la palla invece sulla testa di Hernani arriva da un cross di Cornelius e il brasiliano è perfetto nella deviazione in rete dell'1-1. Il Parma prova a fare gioco e al 38' ha una grande occasione Gervinho su assist di Cornelius, ma l'ivoriano dopo essersi involato tutto solo non va al tiro e si porta la palla sul fondo. Non sbaglia al 42' Simy, depositando in porta una palla facile servita da Ounas, il quale al 46', dopo due assist, sigla il terzo gol con un sinistro dal limite.
D'Aversa cambia la squadra nella ripresa inserendo in attacco Pellè per Kurtic. La ricetta dà i suoi frutti al 4' quando Cornelius, su palla dalle retrovie, tocca morbido per Gervinho che, di sinistro, insacca. E cinque minuti dopo è pareggio. Il 3-3 lo sigla Mihaila dall'altezza del dischetto del rigore dopo una respinta sbagliata di Golemic. Ma non è ancora finita.
Al 22' infatti il Crotone ritorna avanti su calcio di rigore. Reca semina Hernani e Busi e poi viene intercettato da Osorio sulla linea dell'area. L'arbitro vede giusto e la Var conferma.
Dal dischetto Simy non sbaglia e sigla il 4-3 finale. La reazione del Parma è poca cosa. Solo Cornelius, al 43', prova di testa a far male. Poi tanta volontà per gli emiliani, ma nulla di più.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie