Mondo

Israele: ministro Likud si dimette in polemica con Netanyahu

Elkin va con Saar. 'Si poteva evitare la follia delle elezioni'

(vedi servizio delle 19:33) (ANSAmed) - TEL AVIV, 23 DIC - Nuovo colpo per Benyamin Netanyahu, all'indomani dello scioglimento della legislatura e della indizione di elezioni anticipate. Il ministro per le risorse idriche e per la educazione superiore Zeev Elkin ha annunciato oggi le dimissioni, ha abbandonato il Likud e ha raggiunto il costituendo partito 'Nuova speranza' di Gideon Saar, un altro ex dirigente del Likud. In un messaggio pubblico Elkin ha accusato Netanyahu di essere responsabile delle nuove elezioni, le quarte in meno di due anni. "Sarebbe stato possibile impedire quella follia ma hai privilegiato considerazioni di carattere personale a quelle nazionali" ha affermato Elkin riferendosi alla preoccupazione di Netanyahu per l'imminente apertura del processo nei suoi confronti. Sferzante la reazione del Likud: "Il partito 'Nuova Speranza' - afferma - appare simile a un campo profughi".
    Intanto il leader del partito nazionalista Yemina, Naftali Bennett, ha annunciato che si presenterà alle prossime elezioni come "candidato alla carica di premier, al posto di Netanyahu".
    (ANSAmed).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie