Siria: uccisi due operatori Oxfam

Da un gruppo armato non identificato nel sud del paese.

 Due operatori di Oxfam, impegnati nella risposta umanitaria alla crisi siriana, sono stati uccisi oggi in un attacco al veicolo su cui viaggiavano, da parte di un gruppo armato rimasto finora non identificato. Lo riferisce la stessa Ong precisando che l'agguato è avvenuto alle 14.00 ora locale, nel governatorato di Dar'a, nel sud della Siria, tra Nawa e Al-Yadudah. Le vittime sono Wissam Hazim, responsabile della sicurezza del personale e l'autista Adel Al-Halabi. Nel corso dell'attacco è rimasto ferito anche un altro volontario di Oxfam, che era con loro. "Siamo devastati dalla perdita di due preziosi colleghi che sono stati uccisi mentre lavoravano per fornire aiuti ai civili coinvolti nel conflitto siriano. Il nostro più sincero affetto e i nostri pensieri sono con le loro famiglie - ha detto Moutaz Adham, direttore di Oxfam in Siria - Condanniamo con forza questo episodio. E' essenziale che le parti in conflitto garantiscano sicurezza e incolumità degli operatori che lavorano per soccorrere i civili".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie