Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Ucraina, la cronaca della giornata - Diretta

Ucraina, la cronaca della giornata - Diretta

I russi lanciano un nuovo ultimatum in scadenza alle 13 italiane ai militari ucraini che fanno resistenza nell' acciaieria Azovstal

ORe 22.53 - Armi e munizioni affluiranno ogni giorno per aiutare gli ucraini a difendersi dall'aggressione russa: lo ha detto il presidente Usa Joe Biden ricevendo alla Casa Bianca i vertici militari.

ORE 22.22 - L'Ucraina ha offerto alla Russia una "sessione speciale di negoziati" a Mariupol, la città portuale sul Mar d'Azov assediata. Lo ha affermato Mykhailo Podolyak, consigliere della presidenza ucraina e uno dei negoziatori con la Russia. "Siamo pronti a tenere una sessione speciale di negoziati a Mariupol. Per salvare i nostri ragazzi, (il battaglione) Azov, i soldati, i civili, i bambini, i vivi e i feriti. Tutti", ha scritto sul suo account Twitter.

ORE 20.25 - Il corridoio umanitario da Mariupol "non ha funzionato". Lo affermano le autorità ucraine, che oggi speravano di evacuare dalla città assediata seimila civili, tra cui molte donne e bambini, ma sono riusciti a portarne via solo poche decine.

Ore 19.07 - L'addestramento delle forze di Kiev da parte di soldati per usare gli obici Howitzer inviati nell'ultimo pacchetti di armi varato da Joe Biden "è iniziato". Lo hanno detto funzionari della Difesa alla Cnn senza precisare in quale Paese si stia svolgendo. I soldati di Kiev che stanno ricevendo il training "sono poco più di 50".

ORE 18.44 - La Germania smetterà di importare petrolio dalla Russia entro la fine dell'anno. Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock dopo un incontro con i suoi omologhi baltici. "Dico chiaramente e inequivocabilmente che anche la Germania sta eliminando completamente le importazioni di energia russe", ha affermato Baerbock sottolineando - secondo quanto riporta il sito di Reuters - che Berlino dimezzerà "il petrolio entro l'estate e saremo a zero entro la fine dell'anno. Poi il gas seguirà secondo una tabella di marcia europea comune, perché la nostra uscita congiunta, l'uscita completa Ue, è la nostra forza comune".

ORE 18.32 - Il nuovo test di un missile balistico intercontinentale da parte della Russia non è una "minaccia". Lo ha detto il Pentagono sottolineando che si tratta di un'operazione di "routine".

ORE 18.39 - Un piccolo convoglio di autobus con a bordo decine di civili ha lasciato Mariupol nell'ambito del corridoio umanitario concordato per oggi con la Russia, diretto verso le zone dell'Ucraina controllate dall'esercito di Kiev. Lo riporta il Guardian.

ORE 18.23 - Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha chiesto di essere ricevuto dal presidente russo Vladimir Putin e da quello ucraino Voldymyr Zelensky.

ORE 17.44 - "Io sono pronto al dialogo, lo sono stato per tre anni, lo sono ancora: ma Mosca non è pronta per un accordo di pace". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel corso della conferenza stampa con il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. "A Mariupol ci sono ancora 120mila persone. L'assedio si può fermare in due modi: con le armi o con la diplomazia. Per quanto riguarda le armi ci serve l'equipaggiamento pesante che abbiamo chiesto ma non ancora ottenuto. Per quanto riguarda la diplomazia, la Russia fa il suo gioco e non è in grado di proporre veri accordi", ha sottolineato.

ORE 16.54 - La Russia ha detto oggi di aver testato con successo un nuovo missile balistico intercontinentale, il Sarmat, capace, secondo il ministero della Difesa, di "penetrare ogni sistema di difesa missilistica esistente o futura". Il presidente Vladimir Putin ha affermato che il nuovo missile darà garanzie di sicurezza alla Russia "contro le attuali minacce" e "farà riflettere coloro che stanno minacciando la Russia".

ORE 16.34 - Le forze russe organizzeranno a Mariupol una grande parata militare il 9 maggio, giorno in cui Mosca celebra l'anniversario della vittoria contro i nazisti nella Seconda guerra mondiale. Lo ha annunciato la vicesindaca nominata dai russi, Viktoria Kalachova, citata dalla Tass. "Avverrà senza alcun dubbio. La popolazione di Mariupol aspetta questo evento", ha detto ai giornalisti, parlando della parata del "Reggimento Immortale", come viene definita dai russi.

ORE 16.11 - "Un grande amico dell'Ucraina, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, è venuto oggi a Kiev. Sono state discusse le sanzioni contro la Russia, la difesa e il sostegno finanziario del nostro Stato e le risposte al questionario sul rispetto dei criteri Ue (per l'ingresso nell'Unione, ndr). Grazie per l'incontro significativo e per la solidarietà al popolo ucraino". Lo ha scritto su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

ORE 15.32 - Mosca, 'negoziati continuano ma Kiev sia realista'. La Russia e l'Ucraina 'continuano i negoziati', ma se vuole che siano costruttivi Kiev 'deve cominciare a cercare accordi realistici'. Lo ha detto il ministero degli Esteri di Mosca, citato dalla Tass.

ORE 15.20 -Usa, i russi non stanno avanzando nel Donbass. Non c'è stata per ora nessuna 'conquista significativa' da parte delle forze russe nella loro nuova offensiva nel Donbass. E' la valutazione della Difesa americana secondo quanto riferito da due alti funzionari alla Cnn. 

ORE 14.16 - Kiev, evacuati oltre 400 bimbi malati di cancro. Più di 400 bambini ucraini malati di cancro sono stati evacuati dalla zona di guerra per poter essere curati all'estero. Lo fa sapere il servizio stampa dell'Ufficio del Presidente dell'Ucraina, secondo quanto riporta l'agenzia ucraina Ukrinform.

ORE 13.53 - Bus umanitari da Mariupol si fermano anche vicino acciaieria - Gli autobus in partenza da Mariupol nell'ambito del corridoio umanitario verso Zaporizhizhia concordato oggi si fermeranno anche vicino all'acciaieria Azovstal, dove hanno trovato rifugio soldati e civili ucraini: lo ha detto il sindaco della città portuale assediata, Vadim Boychenko, precisando che il corridoio è aperto dalle 14:00 ora locale (le 13:00 in Italia).

ORE 12.56 - Kiev, vogliono fare di Mykolaiv una seconda Mariupol
- "I militari russi vogliono fare di Mykolaiv una seconda Mariupol. Non abbiamo acqua a causa dei bombardamenti di strutture vitali per la popolazione e ora stanno provando a farlo con l'elettricità. Lo ha detto Dmytro Pletenchuk, press officer dell'amministrazione di Mykolaiv, all'inviato dell'ANSA a Mykolaiv.

ORE 12.27 - Onu, oltre 5 milioni gli ucraini fuggiti dalla guerra  - Sono più di 5 milioni gli ucraini che hanno lasciato il loro paese in guerra. Lo riferisce l'Onu. 

ORE 12.10 -  Cremlino, consegnata a Kiev bozza chiara sui colloqui
- La Russia ha consegnato all'Ucraina una bozza di documento sui colloqui formulata chiaramente e attende la risposta. Ora la palla è nel campo di Kiev. Lo ha detto il portavoce presidenziale russo Dmitrij Peskov citato dalla Tass. 

ORE 11.29 - Sindaco Melitopol al Pe, suo destino resta un'incognita 
- "In Ucraina non esiste alcun nazismo, questa è solo la propaganda di Putin e dei suoi complici assassini". Lo ha detto Ivan Fedorov, sindaco di Melitopol, parlando alla commissione Affari Esteri del Parlamento europeo. "Il destino di Melitopol è un'incognita.

ORE 11.07 - Kiev, 'grande delusione e amarezza' per discorso Scholz
- Il discorso del cancelliere tedesco Olaf Scholz sull'Ucraina è stato accolto con "grande delusione e amarezza" a Kiev. Lo ha detto alla Dpa l'ambasciatore ucraino in Germania, Andrij Melnyk. L'Ucraina ha accolto con favore la volontà della Germania di fornire a Kiev ulteriori finanziamenti per gli armamenti, ma non le dichiarazioni di Scholz secondo cui le capacità di export delle forze armate tedesche sono esaurite.

ORE 10.56  - Mosca, non ci fidiamo più dei negoziatori di Kiev
- La Russia non crede più nei negoziatori ucraini. Lo ha detto la portavoce del Ministero degli esteri russo Maria Zakharova a Russia-24 Tv, secondo quanto riporta l'agenzia Tass. "Ora non è più una questione di 'fidati e verifica', ora è semplicemente 'verifica' perché non c'è più alcuna fiducia in queste persone per un po'", ha detto, commentando il processo di negoziazione in corso tra Russia e Ucraina.

ORE 9.03 -  Michel giunto a Kiev 'Nel cuore di un'Europa libera e democratica'
- Il presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel, è arrivato stamane a Kiev. Lo ha reso noto lui stesso postando una foto del suo arrivo alla stazione della capitale ucraina accompagnata dalla seguente didascalia :"Nel cuore di un'Europa libera e democratica". 

ORE 8.18 -  Kiev, accordo su un corridoio umanitario a Mariupol oggi
- C'è un accordo su un corridoio umanitario per evacuare i civili da Mariupol.

ORE 8.09 - Kiev, numero bimbi morti stabile a 205, +6 feriti a 373
Resta stabile il bilancio dei bambini morti in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa, mentre aumentano quelli feriti. E' quanto emerge dagli ultimi dati diffusi dall'Ufficio del Procuratore generale di Kiev. "La mattina del 20 aprile, il numero ufficiale dei bambini morti non è cambiato: 205. Il numero dei feriti è cresciuto a 373" (erano 367 ieri), riferisce l'Ufficio del Procuratore su Telegram.

ORE 7.51 - Gb aumenta presenza militare russa a confine est
- La presenza militare russa al confine orientale dell'Ucraina continua ad aumentare, mentre i combattimenti nel Donbass si stanno intensificando: lo riporta l'intelligence britannica nel suo ultimo aggiornamento sulla situazione in Ucraina pubblicato dal ministero della Difesa di Londra. 

ORE 5.29 - Difensori Mariupol, 'nostre ultime ore,aiutateci'
- Quelli che stiamo vivendo "potrebbero essere i nostri ultimi giorni, le nostre ultime ore" di vita: lo afferma in un messaggio su Facebook un ufficiale dei militari ucraini assediati a Mariupol, invitando la comunità internazionale a "estrarli" dall'acciaieria di Azovstal.

ORE 3.49 - Esplosioni nella città meridionale di Mykolaiv - Esplosioni sono state avvertite nella città meridionale ucraina di Mykolaiv, capoluogo dell'omonima regione. Lo riporta il Kyiv Independendent, aggiungendo che il sindaco Oleksandr Senkevich ha chiesto ai cittadini di nascondersi nei rifugi. 

ORE 3.33 - Nuovo ultimatum Mosca a resistenza Azovstal, scade alle 13 - Le forze russe che stanno assediando la città di Mariupol hanno dato ai soldati ucraini ancora rimasti nell'acciaieria di Azovstal un altro ultimatum: se si arrenderanno entro le 14 ora locale (le 13 in Italia) saranno risparmiati. Lo ha detto il generale russo Mikhail Mizintsev, secondo quanto riportato dal Washington Post che cita media russi. Se si arrenderanno, ha detto Mizintsev, ai soldati ucraini saranno garantite "sicurezza e cure mediche".

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie