Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Europa
  4. Cina, accuse intelligence Gb sono mentalità da Guerra Fredda

Cina, accuse intelligence Gb sono mentalità da Guerra Fredda

Capo MI6, 'contenimento minacce di Pechino la massima priorità'

(ANSA) - PECHINO, 01 DIC - La Cina ha respinto le critiche del capo dell'intelligence britannica sir Richard Moore, secondo cui il contenimento delle minacce in arrivo da Pechino è "l'unica massima priorità", parlando di "mentalità da Guerra Fredda".
    Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha accusato Moore di "distorcere deliberatamente i fatti e di diffamare le politiche della Cina", facendo leva su argomenti e parole "pieni di mentalità da Guerra Fredda con lo scopo di provocare lo scontro ideologico". Moore, a capo dell'MI6, il servizio d'intelligence britannico per l'estero, ha fatto ieri le sue osservazioni parlando all'Istituto internazionale per gli studi strategici di Londra (Iiss).
    La Cina, ha affermato il diplomatico, usa la sua influenza economica per cercare di "prendere all'amo" altri Paesi, erodendone di fatto la sovranità e ottenendo l'accesso a dati di importanza cruciale. Moore ha anche messo in guardia sui rischi che Pechino possa commettere "errori di valutazione" per un "eccesso di fiducia" e sul fatto che le attività di spionaggio cinesi includono il prendere di mira "coloro che lavorano nel governo, nelle industrie o in ricerche di particolare interesse". Gli agenti dell'intelligence cinese "cercano di sfruttare la natura aperta della nostra società, anche attraverso l'uso di piattaforme di social media per facilitare le loro operazioni". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie