Mondo

Gb, blackout dei social media quando morirà la regina

Nuove rivelazioni sul piano 'London Bridge' del governo

(ANSA) - LONDRA, 03 SET - Ci sarà anche un blackout delle comunicazioni via social media da parte di tutte le istituzioni pubbliche britanniche il giorno in cui - quanto più tardi possibile, nelle speranze di tanti sudditi - la regina Elisabetta II morirà. A rivelarlo è Politico, che è stato in grado di visionare elementi inediti del cosiddetto Piano London Bridge: predisposto dal governo di Londra con ovvio anticipo in previsione di un destino che è di tutti, e le cui linee fondamentali erano peraltro già trapelate sui giornali del Regno Unito oltre 4 anni fa.
    Come si sa dal 2017, la parola d'ordine con cui Buckingham Palace e Downing Street si daranno riservatamente notizia immediata dell'evento luttuoso sarà 'London Bridge is down': ossia 'il Ponte di Londra è crollato'. Ora Politico aggiunge che l'informazione pubblica - destinata a essere affidata in esclusiva come primo flash all'agenzia nazionale PA - sarà poi gestita secondo paletti ben precisi dai siti web governativi e della famiglia reale. La notizia ufficiale sarà data dal portale di Buckingham Palace su sfondo nero, mentre tutti i siti istituzionali e di governo verranno contemporaneamente listati a lutto: con interruzione della diffusione di qualsiasi contenuto non urgente e sospensione temporanea della possibilità di ritwittare i messaggi. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie