Mondo

Armenia accusa Azerbaigian, 'non rilascia i nostri prigionieri'

Erevan denuncia anche l'esposizione di elmetti di soldati uccisi

(ANSA) - ROMA, 15 APR - L'Armenia è tornata a chiedere all'Azerbaigian di rilasciare tutti i prigionieri di guerra nel rispetto dell'accordo mediato dalla Russia che lo scorso autunno ha messo fine al conflitto tra i due Paesi. "La parte armena ha restituito tutti i prigionieri, mentre la parte azera non lo ha fatto", si legge in una nota dell'ambasciata armena in Italia.
    L'Azerbaigian, si precisa nella nota, "ha confermato l'esistenza di 72 prigionieri che rifiuta di restituire", e Erevan è "seriamente preoccupata che Baku possa usare i prigionieri come ostaggi a scopo di schiavitù, traffici e altri crimini". In un rapporto del mese scorso Human Rights Watch ha accusato le truppe azere di avere "maltratto i prigionieri di guerra armeni (...) sottoponendoli a trattamenti crudeli e degradanti e a torture".
    Nei giorni scorsi l'Armenia ha denunciato anche l'apertura a Baku di un'esposizione in cui vengono mostrati "manichini che rappresentano i militari delle forze armate armene, tutti presentati in stato di degrado e di umiliazione", e gli effetti personali di soldati armeni, compresi gli elmetti di soldati uccisi, "con la consapevolezza che ciò inevitabilmente causerà ulteriore sofferenza alle famiglie dei caduti". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie