Usa: governo Johnson 'pronto a lavorare con Biden'

Raab a Comuni prima dell'insediamento,battuta minoranza violenta

(ANSA) - LONDRA, 19 GEN - Il governo Tory britannico di Boris Johnson torna a compiacersi della "vittoria della democrazia" negli Usa ed "è pronto a lavorare con la nuova amministrazione" di Joe Biden per consolidare la tradizionale relazione speciale con il grande alleato d'oltreoceano. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Dominic Raab, rispondendo a varie interrogazioni in un dibattito tenuto non a caso alla Camera dei Comuni alla vigilia del passaggio di poteri alla Casa Bianca tra Donald Trump e Biden.
    Incalzato dalle opposizioni, laburisti e indipendentisti scozzesi in testa, che hanno rinfacciato a Johnson e ai conservatori d'aver cercato a lungo di "ingraziarsi Trump", Raab ha replicato negando seccamente che il suo governo sia mai stato "tiepido" sulla vittoria elettorale del presidente entrante democratico e ricordando l'immediata condanna del primo ministro dell'irruzione di simpatizzanti trumpiani a Capitol Hill. "La successiva ripresa dei lavori del Congresso e la certificazione della vittoria di Joe Bide il 7 gennaio hanno mandato un messaggio essenziale sul fatto che la volontà democratica della popolazione americana non può essere sfidata da una minoranza violenta... piccola ma bruta", ha poi rincarato, denunciando di nuovo le scene di Washington come "vergognose".
    Johnson è stato accusato a più riprese in patria di aver accettato la sponda di Trump sulla Brexit nei mesi passati. Al contempo le sue posizioni tradizionali appaiono tuttavia decisamente più in sintonia con l'approccio atteso da Biden su temi come la lotta ai cambiamenti climatici, su certe cautele in politica estera, sull'accordo con l'Iran in materia di nucleare o anche sui rapporti con la Cina. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie