Germania: per errore umano disastro Basf

Operaio aveva tagliato la pipeline sbagliata

(ANSA) - BERLINO, 27 OTT - L'esplosione della scorsa settimana nell'area degli impianti del gruppo chimico Basf, nel porto fluviale di Ludwigshafen, è stata causata da errore umano.
    Lo riporta la Dpa, citando il direttore degli impianti di Ludwigshafen, Uwe Liebelt.
    Liebelt ha spiegato che "un operaio di una ditta appaltatrice impegnata nei lavori alle pipeline ha reciso il tubo sbagliato", provocando una fiammata e poi l'esplosione, nella quale sono morte 3 persone e 30 sono rimaste ferite.
    "I nostri impianti sono in una condizione affidabile", ha poi aggiunto Liebelt, che ha difeso la scelta delle società appaltatrici: "Abbiamo alti standard nella selezione di tali ditte", ha concluso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie