Mondo

Gentiloni, nessuno è immune da terrore

'Per fronteggiarli serve coesione nazionale'

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Nessuno può sentirsi immune dalla minaccia terroristica" e "non alimentiamo la leggenda per cui se noi non attacchiamo, questi non attaccherebbero l'Europa". Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in un'audizione alle Commissioni Esteri e Difesa di Senato e Camera sottolineando, con riferimento a Daesh: "Hanno colpito da forti e colpiscono da deboli". Per fronteggiare questa minaccia, ha aggiunto, serve "coesione nazionale".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie