Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Brasile: San Paolo punta ad attrarre più turisti italiani

Brasile: San Paolo punta ad attrarre più turisti italiani

In occasione dei 150 anni dell'inizio dell'immigrazione italiana

SAN PAOLO, 29 novembre 2023, 18:14

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo Stato brasiliano di San Paolo - il più ricco e popoloso del Paese - intende sfruttare le celebrazioni per i 150 anni dall'inizio dell'immigrazione italiana in Brasile per promuovere il turismo e aumentare il flusso di visitatori dal Belpaese nel 2024. L'Italia è infatti attualmente la decima nazione che manda più turisti a San Paolo, con 53.924 visitatori tra gennaio e ottobre 2023, in aumento di quasi il 10% rispetto all'intero 2022 (49.273), ma c'è margine di crescita.
    "In questi anni forse è mancato uno sforzo per mostrare agli italiani la nostra offerta turistica. Ma con le celebrazioni per i 150 anni dell'immigrazione italiana in Brasile abbiamo una finestra di opportunità che può aiutarci nel 2024", ha detto in un'intervista all'ANSA il segretario al Turismo del governo di San Paolo, Roberto de Lucena. "Stiamo parlando con il consolato, l'ambasciata ed altri attori per poter organizzare un buon calendario di eventi", ha aggiunto.
    Tra la fine dell'Ottocento e la metà del Novecento, San Paolo è stata la principale destinazione dell'immigrazione italiana in Brasile, e ancora oggi mostra l'eredità di questo fenomeno dalla cultura all'economia, passando per la cucina.
    Nel 2024 il ministero degli Esteri italiano promuoverà il Turismo delle radici per attirare discendenti italiani desiderosi di riscoprire le proprie origini familiari, e San Paolo intende sfruttare l'occasione per incentivare i viaggi nella direzione opposta. "Vogliamo costruire un flusso turistico contrario, in modo da poter promuovere San Paolo, luogo di sviluppo della ricchezza del Brasile attuale, grazie anche all'immigrazione italiana. Avremo una buona finestra di opportunità per mostrare San Paolo agli italiani", ha concluso Lucena.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza