Covid: Cile, presidente estende emergenza fino a marzo 2021

Prorogato di tre mesi

(ANSA) - SANTIAGO DEL CILE, 03 DIC - Il presidente cileno Sebastián Piñera ha annunciato oggi l'estensione fino a marzo 2021 dello stato di emergenza in vigore nel Paese a causa della pandemia da coronavirus. Lo riferisce Radio BioBio di Santiago.
    Nel corso di una conferenza stampa nel palazzo presidenziale della Moneda, il capo dello Stato ha illustrato la sua decisione di prorogare la misura, tecnicamente denominata 'Stato di eccezione costituzionale di catastrofe', per contribuire a contrastare una eventuale seconda ondata del Covid-19.
    Grazie all'estensione dell'emergenza fino al 13 marzo 2021, sottolinea da parte sua l'emittente cilena, il governo è autorizzato a restringere le libertà ed i movimenti della cittadinanza attraverso l'imposizione di coprifuoco o lockdown.
    Dopo aver precisato che la proroga è di 90 giorni a partire dal 13 dicembre, Piñera ha fatto allusione al problema di una possibile seconda ondata di contagi dopo l'estate.
    "Questo - ha detto - non è un piano predittivo. Quello che stiamo facendo sono piani preventivi. Stiamo esaminando tutta la casistica, e soprattutto i casi più difficili per avere pronti i piani d'azione (...) perché è sempre meglio prevenire che curare".
    Al termine del suo intervento Piñera ha assicurato che se le circostanze lo permetteranno dopo questi 90 giorni potrebbe considerare conclusa l'emergenza che il 19 marzo 2021 compirà un anno dal primo decreto presidenziale. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie