Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Migliaia ai funerali di Navalny, 'la Russia sarà libera', 128 i fermi in 19 città

Migliaia ai funerali di Navalny, 'la Russia sarà libera', 128 i fermi in 19 città

Sepolto sulle note di My Way e Terminator. Fermi in diverse città

MOSCA, 03 marzo 2024, 11:16

di Alberto Zanconato

ANSACheck
I funerali di Navalny © ANSA/AFP
I funerali di Navalny © ANSA/AFP

Migliaia ai funerali di Navalny, 'la Russia sarà libera ' RIPRODUZIONE RISERVATA © ANSA/AFP

Prima il braccio di ferro sulla restituzione della salma, poi le difficoltà nel trovare una sala per le esequie e addirittura un carro funebre, ma anche i timori per possibili ritorsioni. Nulla ha potuto fermare le migliaia di persone che si sono radunate nel quartiere periferico di Maryino, ad oltre 20 chilometri dal centro di Mosca, per dare l'estremo saluto ad Alexei Navalny, in una piccola chiesa stretta tra anonime torri residenziali anche di 30 piani. Mentre le autorità, nonostante il massiccio schieramento di forze dell'ordine - polizia, Guardia nazionale, reparti speciali Omon -, non hanno fatto nulla per disperdere i seguaci dell'oppositore, nemmeno quando dalla folla si sono levati slogan ostili contro Vladimir Putin.

Video Navalny, alcuni momenti del funerale nella chiesa a Mosca

 

Le note di 'My Way' e della colonna sonora di 'Terminator 2' - il film preferito di Navalny - hanno accompagnato la sepoltura, avvenuta alla presenza della madre Lyudmila, del padre Anatoly e di pochi intimi nel cimitero di Borisovskoye al termine di una giornata di intense emozioni che ha visto la partecipazione soprattutto di giovani, ma anche di diversi anziani. "Sono qui perché rappresentava la speranza in un Paese diverso, per me, la mia famiglia, gli amici, anche se probabilmente ne pagheremo le conseguenze", ha detto all'ANSA una ragazza di 19 anni, Irina, davanti alla chiesa dell'Icona della Madre di Dio, dove si svolgeva il rito religioso ortodosso, con la bara aperta per l'ultima carezza al defunto.

Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, aveva avvertito che qualsiasi manifestazione "non autorizzata" sarebbe stata considerata una "violazione della legge". Il raduno ha effettivamente assunto i contorni di una protesta politica, con slogan quali "la Russia sarà libera" e "una Russia senza Putin" che si sono alzati dalla folla. E successivamente l'ong Ovd-Info ha reso noto che 128 persone in 19 diverse città della Russia  sono state fermate, tra cui un dirigente locale del partito progressista Yabloko, Andrei Morev, bloccato in metropolitana mentre rientrava dai funerali. Secondo la stessa fonte, in totale 67 persone sono state fermate durante commemorazioni in 16 città russe.

I funerali, comunque, non sono stati turbati da incidenti, con le forze dell'ordine che si sono limitate a dirigere l'afflusso dei partecipanti e si sono mostrate collaborative con i moltissimi giornalisti presenti, russi e stranieri. Quando il furgone con la bara di Navalny è uscito dalla chiesa, decine di mazzi di fiori sono stati lanciati nella sua direzione. Tra questi anche quello dell'incaricato d'affari italiano, Pietro Sferra Carini, che come gli altri diplomatici occidentali ha atteso a lungo e invano di essere ammesso alla cerimonia.

Video Navalny, l'ultimo saluto prima della chiusura della bara

 

Poi, sullo sfondo di un cielo grigio che minacciava neve, una nera colonna di gente si è incamminata lungo il ponte Brateevskij che attraversa la Moscova per raggiungere il cimitero. La folla ha cominciato subito a premere all'entrata, mentre all'interno, a poche decine di metri, era in corso la sepoltura. Dai presenti si sono alzati nuovi slogan, quali "Alexei è il nostro eroe". Ma soprattutto quello, ripetuto, di "fateci entrare". Alla fine della cerimonia la richiesta è stata esaudita. Dopo aver passato i controlli al metal detector, ognuno ha potuto deporre i propri fiori davanti alla fotografia di Navalny e gettare un pugno di terra sulla bara, deposta nella fossa appena scavata.

Nel giorno dell'addio, Navalny è stato ricordato con un nuovo omaggio da Vladimir Kara-Murza, un altro oppositore che attualmente sta scontando una condanna a 25 anni di reclusione, la più pesante inflitta a un nemico del Cremlino. "Il futuro non può essere fermato da pallottole, veleni o prigioni", ha scritto Kara-Murza, per la cui liberazione nei giorni scorsi un altro dissidente Ilya Yashin, aveva chiesto un intervento diplomatico di Onu, Ue e Usa, affermando che rischia di morire come Navalny.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza