Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Algeria, esercitazioni militari al confine con il Mali

Algeria, esercitazioni militari al confine con il Mali

'Tempesta dell' Hoggar' condotta con munizioni vere

IL CAIRO, 28 febbraio 2024, 10:42

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- L'esercito algerino ha effettuato una esercitazione militare con munizioni vere in una provincia meridionale al confine con il Mali, in un contesto di tensioni diplomatiche tra i due Paesi nelle ultime settimane. Lo fa sapere il ministero della Difesa algerino in una nota, precisando che queste esercitazioni militari sono state effettuate nel secondo e ultimo giorno di una visita del capo di Stato maggiore dell'esercito, il tenente generale Saïd Changriha, nella provincia di Bordj Badji Mokhtar, nella sesta regione militare (sud).
    Il dicastero ha spiegato che l'esercitazione, denominata 'Zaoubaat El Hoggar', ovvero 'la tempesta del Hoggar', ha incluso operazioni di elicotteri delle forze speciali sotto la copertura di altri elicotteri da combattimento, nonché esercizi di paracadutismo nelle "linee nemiche" e il rifornimento in volo di aerei da attacco.
    L'operazione giunge in un contesto di minacce alla sicurezza nella regione sahelo-sahariana, e fa seguito alle tensioni diplomatiche tra Algeria e Mali che hanno portato allo scambio di richiami degli ambasciatori a dicembre, prima che riprendessero le loro funzioni.
    All'epoca, il Mali aveva accusato l'Algeria di interferire nei suoi affari interni e di accogliere personalità considerate ostili all'autorità del governo centrale e "alleate di gruppi terroristici", cosa che Algeri aveva categoricamente negato.
    Il 25 gennaio, la giunta militare al potere in Mali aveva annunciato la fine dell'accordo di pace e riconciliazione con i movimenti dell'Azawad nel nord del Paese, firmato nel 2015 dopo la mediazione di Algeri.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza