Mondo
  • Algeria: voto,principale partito islamico rivendica vittoria

Algeria: voto,principale partito islamico rivendica vittoria

In attesa annuncio dei risultati ufficiali, forte astensione

 Il principale partito islamico in lizza per le elezioni legislative anticipate in Algeria, il Movimento della Società per la Pace (Msp), ha rivendicato la vittoria in attesa della pubblicazione dei primi risultati del voto.
    Questa tornata elettorale è stata caratterizzata da un altissimo tasso di astensione, ulteriore segnale di disinteresse da parte della popolazione, dopo gli inviti al boicottaggio da parte del movimento di protesta popolare dell' "Hirak" e di parte dell'opposizione.
    "Il Msp afferma di essere primo nella maggioranza delle wilaya (prefetture) e all'estero", si legge in un comunicato di questo partito conservatore, considerato moderato, che "mette in guardia contro i numerosi tentativi di modificare i risultati del sondaggio come è stato fatto prima". 

   Il presidente dell'Autorità elettorale nazionale indipendente (Anie), Mohamed Chorfi, avrebbe dovuto annunciare i risultati provvisori de voto ieri, ma la sua conferenza stampa è stata rinviata. A causa del conteggio "complicato", aveva detto Chorfi sabato, i risultati ufficiali non potranno essere annunciati se non tra qualche giorno. Se venisse confermata, la vittoria del partito islamico non sarebbe una sorpresa, in senso stretto. Alcuni analisti avevano infatti previsto una maggioranza relativa per i partiti del movimento islamista. I legalisti, ovvero i partiti che rifiutano ogni collegamento con l'ex Fronte islamico di salvezza (ormai dissolto) e il terrorismo islamista della guerra civile (1992-2002), si dichiarano "pronti a governare". Incognita principale, il tasso di partecipazione nazionale provvisorio ha raggiunto solo il 30,20%, secondo Chorfi, più basso delle ultime due elezioni legislative e inferiore anche a quello delle presidenziali del 2019, che avevano visto l'elezione di Tebboune con solo il 40% di partecipazione .
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie