In Birmania il ripristino parziale di internet

Le connessioni sono parzialmente riprese dopo essere state interrotte a seguito del colpo di stato contro il governo civile di Aung San Suu Kyi

L'accesso ad Internet è stato parzialmente ripristinato in Birmania. Lo afferma NetBlocks, l'organizzazione non governativa che controlla la sicurezza informatica e la governance di internet.

Le connessioni Internet sono state parzialmente ripristinate dopo essere state interrotte per diversi giorni a seguito del colpo di stato contro il governo civile di Aung San Suu Kyi, riferisce Netblocks.
Il blocco nazionale del web e dei social media non è infatti riuscito a frenare l'indignazione pubblica e le massicce proteste contro il golpe. Anche oggi, migliaia di persone si sono riversate sulle strade per protestare. "Ripristino parziale della connessione a internet confermata in Birmania a partire dalle 14, ora locale, su più provider a seguito del blackout delle informazioni", afferma il servizio di monitoraggio Internet su Twitter, aggiungendo che le piattaforme dei social media sono comunque bloccate. 

In mille di nuovo in piazza a Yangon contro golpe - Più di mille birmani hanno manifestato a Yangon (ex Rangoon) contro il colpo di Stato del 1 febbraio che ha rovesciato il governo civile di Aung San Suu Kyi. "Continueremo a mobilitarci finché non avremo la democrazia. Abbasso la dittatura", ha detto Myo Win, un manifestante. Ieri diverse migliaia di persone erano già scese in piazza nella capitale economica del Myanmar (ex Birmania).


   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie