Libia: Mosca, non fu Italia a sbagliare

Lavrov: 'Ora serve unire i libici. Vedrò di Maio a Berlino'

(ANSA) - MOSCA, 17 GEN - Non è l'Italia "ad aver fatto errori" nella crisi libica, dato che l'errore principale è stato compiuto nel 2011 quando la Nato decise di bombardare la Libia e l'Italia "non era tra i Paesi che hanno spinto per questa soluzione". Lo dice il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov rispondendo a una domanda in conferenza stampa. "Ora quel che serve è unire i libici e non è facile dato che Haftar e Sarraj non riescono nemmeno a stare nella stessa stanza", ha detto Lavrov aggiungendo che vedrà Di Maio per un incontro la mattina della conferenza di Berlino.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie