Siria: attentato dell'Isis a al Bab, 30 morti

Si tratta del distretto ad est di Aleppo in mano ai jihadisti

 Trenta persone sono rimaste uccise in un attentato dell'Isis ad Al Bab, il distretto ad est di Aleppo in mano ai jihadisti. Lo riferisce l'esercito turco. 

Isis: forze curde continuano avanzata verso Raqqa - Intensi combattimenti, che negli ultimi giorni hanno provocato decine di morti da entrambe le parti, sono in corso a nord e ad ovest di Raqqa, la 'capitale' dell'Isis in Siria, in coincidenza con un'avanzata delle cosiddette Forze democratiche siriane (Sdf), a predominanza curda, sostenute dagli Usa. Fonti dell'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), con base in Gran Bretagna, riferiscono che le Sdf, che il 6 novembre scorso hanno cominciato un'offensiva con il sostegno dei bombardamenti aerei della Coalizione internazionale a guida americana, sono arrivati alla località di Tal Samn, 27 chilometri a nord della città. Circa 45 chilometri ad ovest, invece, si trovano ormai a ridosso della diga strategica di Tabqa, sull'Eufrate. Secondo voci non confermate le Sdf avrebbero preso possesso nelle ultime ore dei villaggi di Swedia Kabira e Saghira, assicurandosi il controllo della parte della diga lungo la riva nord del fiume. Altre fonti hanno detto all'Ondus che le milizie a maggioranza curda si trovano ancora a cinque chilometri dall'Eufrate.

Mosca, fosse comuni ad Aleppo, segni gravi torture - I militari russi impegnati in Siria hanno trovato fosse comuni ad Aleppo. Lo riferisce il ministero della Difesa russo aggiungendo che sui cadaveri sono stati trovati segni di tortura e mutilazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie