Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Fisco: gare per i giochi partono da 7 milioni,fino 5 concessioni

Fisco: gare per i giochi partono da 7 milioni,fino 5 concessioni

Bozza dlgs per riordino settore,tra tipologie anche il metaverso

ROMA, 15 novembre 2023, 13:36

Redazione ANSA

ANSACheck

Le nuove concessioni per i giochi pubblici verranno assegnate in base a gare che partono da un versamento fisso di 7 milioni per ogni concessione, con la possibilità di ottenerne fino ad un massimo di cinque. Lo prevede una bozza dello schema di decreto legislativo con disposizioni in materia di riordino del settore dei giochi, atteso domani in consiglio dei ministri.
    Le concessioni, si legge nel dlgs, vengono rilasciate dall'Agenzia delle entrate subordinatamente al rispetto di alcuni requisiti e condizioni, tra cui appunto il versamento all'Agenzia di un "corrispettivo una tantum, di importo pari a 7 milioni di euro per ogni concessione richiesta, fermo restando il limite numerico massimo di cinque concessioni che possono essere chieste da un singolo gruppo societario". Inoltre è richiesto il "possesso di adeguata pregressa esperienza e moralità nell'esercizio dell'attività di gestione e di raccolta di giochi, anche a distanza, in uno degli Stati dello Spazio economico europeo", con ricavi complessivi, rivenienti da tale attività, "non inferiori alla somma di 3 milioni" conseguiti nel corso degli ultimi due esercizi.
    Per le concessioni è stabilita una "durata massima di nove anni, con esclusione del rinnovo". Tra le tipologie di gioco pubblico con vincita in denaro, riservate allo Stato, di cui è consentito l'esercizio e la raccolta a distanza con apposita concessione, ci sono, oltre alle scommesse, concorsi pronostici sportivi e ippici, giochi di ippica nazionale, bingo, giochi numerici e lotterie, anche "ulteriori giochi svolti in modalità virtuale o digitale, anche attraverso il metaverso".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza