Il fondo Neva First di Intesa Sanpaolo entra in Xnext

Operazione attraverso un aumento di capitale da 5 milioni

(ANSA) - MILANO, 12 MAG - Xnext, Pmi innovativa italiana che opera nei sistemi di ispezione X-ray multi-energy per i controlli di qualità in tempo reale nei processi industriali, ha finalizzato l'ingresso nel suo capitale del fondo Neva First gestito da Neva Sgr - il venture capital del Gruppo Intesa Sanpaolo, controllato al 100% da Intesa Sanpaolo Innovation Center, società del Gruppo dedicata all'innovazione - attraverso un aumento di capitale di 5 milioni di euro.
    L'investimento del fondo è funzionale allo sviluppo commerciale e industriale di Xnext. Contribuirà inoltre ad alimentare il costante processo di ricerca e sviluppo della tecnologia di proprietà e brevettata XSpectra, che Xnext ha recentemente lanciato sul mercato del food-tech riscontrando un forte interesse non solo in Italia.
    "Sono molto contento della positiva conclusione di questa operazione che non è solo finanziaria, ma anche strategica per lo sviluppo industriale e commerciale di Xnext", afferma Bruno Garavelli, ceo e Co-founder di Xnext.
    L'operazione comporta anche la trasformazione di Xnext in società per azioni. Xnext e i suoi soci sono stati assistiti dagli Avvocati Umberto Piattelli e Stefano Panzini dello studio legale Osborne Clarke. Per Neva l'operazione è stata gestita da Marco Pellegrino e Cosimo Scarinci, assistiti dall'Avvocato Carlo Trucco dello studio legale Pavia e Ansaldo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        BANCA IFIS



        Modifica consenso Cookie