Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Borsa: Milano al palo (-0,18%) con l'Europa, in luce Saipem

Borsa: Milano al palo (-0,18%) con l'Europa, in luce Saipem

Contrastati i futures americani

MILANO, 04 marzo 2024, 14:28

Redazione ANSA

ANSACheck
© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

© ANSA/EPA

La Borsa di Milano è al palo (-0,14%) al pari degli altri listini europei dopo la corsa delle ultime settimane. Gli investitori in attesa di indicazioni venerdì dai dati sul mercato lavoro statunitense e, prima, dalle audizioni di Jerome Powell al Congresso Usa e della parole della presidente della Bce Christine Lagarde, sul percorso verso un taglio dei tassi. Debole Londra (-0,64%), in positivo Parigi (+0,06%), segno meno per Francoforte (-0,03%) mentre i futures di Wall Street sono contrastati.
    In una giornata in cui il petrolio si mantiene a ridosso degli 80 dollari, all'indomani della decisione di Opec+ di prolungare i tagli alla produzione fino a giugno, a Milano continuano ad essere acquistate Saipem (+5%) sempre sulla scia dei risultati, dei nuovi contratti e quindi delle previsioni del gruppo, e Diasorin (+3,3%) che ha ricevuto l'ok in Usa alla sua nuova piattaforma diagnostica. Resta pesante Ferrari (-2,8%), declassata a 'sell' da Citi. Male anche Nexi (-1,8%) .
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza