Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Investitori, chance 73% di un taglio Bce a giugno, prima di Fed

Investitori, chance 73% di un taglio Bce a giugno, prima di Fed

I mercati rinviano a luglio le attese per una mossa negli Usa

ROMA, 02 marzo 2024, 15:38

Redazione ANSA

ANSACheck
© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

© ANSA/EPA

Gli investitori danno un 73% di probabilità di un primo taglio dei tassi da un quarto di punto da parte della Banca centrale europea il 6 giugno, mentre l'ipotesi di una riduzione del costo del denaro è vista come assai poco probabile ad aprile (16,7%) e quasi impossibile nel meeting Bce della prossima settimana (5,4%).
    E' quello che risulta dai tassi impliciti su cui scommettono i mercati, raccolti sui terminali Bloomberg sulla base dei contratti derivati Overnight Index Swaps (Ois).
    Viceversa, per la Fed gli investitori hanno fatto slittare a luglio la data più probabile per un taglio dei tassi, pur non escludendo giugno. Lo scenario, se si verificasse, romperebbe il 'tabù' che vede la Fed muoversi sempre d'anticipo rispetto alla Bce nell'invertire la tendenza del costo del denaro.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza